Excite

Lavoro Palermo, duemila posti a rischio

La situazione occupazionale di Palermo soffre, trovare lavoro a Palermo è sempre più difficile, e così dal prossimo lunedì i lavoratori della Gesip, oltre duemila i dipendenti a rischio, si riuniranno in assemblea permanente davanti Palazzo delle Aquile, sede del Comune di Palermo, per opporsi alla possibile chiusura della società di servizi, per fallimento.

La protesta dei dipendenti è rivolta contro 'il gravissimo atto di irresponsabilità del Consiglio comunale nei confronti di duemila lavoratori', come ha annunciato Pietro La Torre, segretario generale della Uiltucs Uil, che commenta così la questione vertenza Gesip, aggiungendo che 'Questa Amministrazione comunale, per beghe interne nelle quali non vogliamo entrare sta consumando un danno forse irreparabile e sta innescando una bomba ad orologeria che sarà difficile disinnescare. La notizia della convocazione dei sindaci della società per lunedì prossimo e la riunione del consiglio di amministrazione, fissata per martedì, non lasciano presagire nulla di buono. Nelle attuali condizioni, la decisione di aprire procedure fallimentari e/o assumere determinazioni traumatiche nei confronti dei lavoratori, appaiono non modificabili'.

Concludendo La Torre conferma che 'Non sappiamo attraverso quali accorgimenti tecnici sarà possibile scongiurare questo scenario. Per quanto ci concerne il 7 e l'8 dicembre abbiamo deciso di convocare un'assemblea permanente innanzi Palazzo delle Aquile. Il Consiglio comunale, che come regalo di Natale licenzia duemila persone, deve riunirsi d'urgenza per trovare soluzioni che garantiscano un futuro ai lavoratori'.

(foto © commons.wikimedia.org)

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017