Excite

Come aprire un call center da casa

In un momento in cui è sempre più difficile trovare un posto di lavoro, si stanno sviluppando in modo esponenziale le attività in proprio, che però, molte volte necessitano di un capitale iniziale di una certa entità. Tra le svariate attività possibili può risultare interessante l'apertura di un 'centralino casalingo', soprattutto per il ridotto esborso iniziale e la sufficiente facilità di trovare clienti e quindi di iniziare subito a guadagnare. E' possibile aprire una struttura di questo tipo a partire da tre postazioni telefoniche, rendendo questa soluzione lavorativa adatta anche a gruppi di persone che vogliono lanciarsi in un'attività comune, in grado di garantire una buona entrata mensile. Di seguito una breve guida di come aprire un call center da casa.

Requisiti e fattori da considerare con molta attenzione

Prima di decidere di aprire un call center, bisogna valutare attentamente alcuni importanti aspetti.

Requisiti soggettivi: Per prima cosa bisogna partire da sé stessi, e capire se si possiedono i requisiti necessari ovvero:

  • propensione a questo tipo di lavoro;
  • propensione al contatto con gli altri ed alla comunicazione;
  • una discreta capacità di organizzazione, e di collaborazione e nel caso si decida di assumere collaboratori, anche la capacità di gestione del personale.

Per comprendere alcuni di questi aspetti possono essere, molto utili e formative le esperienze maturate in qualità di operatore telefonico, che facilitano fortemente l'inizio di questo tipo di attività grazie alla conoscenza delle principali caratteristiche del lavoro.

L'altro aspetto è rappresentato dalla comprensione degli obiettivi e delle motivazioni che spingono verso questo tipo di attività.

Requisito oggettivi: Trattandosi comunque di un'attività imprenditoriale, bisogna analizzare gli aspetti economici secondo due direttrici:

  • i costi necessari per intraprendere l'attività, e se si ha tale disponibilità o se è necessario chiedere prestiti, finanziamenti, ecc;
  • il ritorno economico dell'attività, in quale tempistica e in che misura verranno coperti i costi e l'attività diverrà finalmente produttiva di reddito.

La nuova normativa: Alla luce delle nuove leggi che vietano il telemarketig selvaggio, è ancora una buona idea gettarsi in questa attività? Questa è l'ultima valutazione da fare prima di vedere nello specifico 'Come aprire un call center da casa'. La risposta a questa ultima domanda non può che essere positiva, visto che 'comunicare', per le aziende, rimane indispensabile, ed anche se vi è stato un lieve calo nelle richieste di telemarketing e teleselling sono aumentate di molto le richieste di attività di assistenza telefonica (consumer care).

Dove trovare il materiale per lo start up

Oltre alle attitudini ed alla passione, infine, è necessario, per avere successo anche un adeguato impianto tecnico informatizzato,sia per la gestione delle telefonate (pc professionali, cuffie, linee telefoniche) che per la gestione del lavoro. In questo ambito vengono in aiuto alcune strutture specifiche che possono aiutare nel come aprire un call center da casa, fornendo tutto il supporto tecnico e di formazione, oltre che, in molti casi, contatti con importanti aziende per facilitare maggiormente l'inizio del lavoro. Tra le molte aziende sul territorio nazionale sono da segnalare la Intertelecom operante da oltre 15 anni e l'azienda napoletana Sistelia.

Intertelecom Fornisce un potente centralino hardware/software e sistemi per gestire sia i contatti in entrata che le campagne “outbound” del call center (teleselling e telemarketing), computer e materiali per gli operatori. Inoltre la struttura rimane accanto al 'cliente', grazie a continui corsi di aggiornamento rivolti sia all'imprenditore che agli operatori.

Sistelia Presenta diversi pacchetti 'tutto incluso' tra cui il Sistelia Call center start up© una delle soluzioni più adeguate ad un call center 'casalingo'. Questo pacchetto parte da tre postazioni e può essere ospitato in meno di 20 mq ma, allo stesso tempo è in grado di garantire un flusso giornaliero di oltre 2000 chiamate.

Una soluzione temporanea o a lungo termine

Si tratta indubbiamente di un tipo di attività in cui il 'Come aprire un call center da casa' non rappresenta il problema principale, grazie all'ampia gamma di possibili scelte, ed anche l'impegno economico, tradotto in termini di capitale iniziale da immobilizzare, non è particolarmente ingente. Tuttavia allo stesso tempo si tratta di un'attività complessa dal punto di vista 'umano' e bisogna avere una grande tenacia per non lasciarsi scoraggiare da periodi di risultati non ottimali.

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017