Excite

Come diventare esorcista

Cinema e tv ne hanno fatto un filone horror di indiscusso successo, ma la possessione demoniaca e l'esorcismo sono argomenti delicati e complessi. In Italia e nel mondo esistono pochi e selezionatissimi uomini di preghiera che possono praticare questo rito e se la vostra vocazione vi spinge in una simile direzione, ecco allora alcune cose da sapere in merito a come diventare un esorcista.

    YouTube

La possessione e il rito dell'esorcismo

L'esorcismo - il cui significato risale al verbo greco exorkízein, scongiurare - è una pratica antichissima, comune al credo di diverse religioni e consiste in un rito (o rituale) per scacciare una presunta presenza demoniaca o malefica da una persona, un animale o un luogo.

Per poter praticare un esorcismo il diritto canonico richiede solide conoscenze scientifiche e comprovate caratteristiche di integrità, pietà e prudenza, non solo per poter affrontare il Diavolo, ma anche per essere in grado di discernere con certezza una vera possessione dall'ossessione e/o da varie tipologie di malattie mentali. Sono molte infatti le persone che si rivolgono agli esorcisti per farsi liberare dal demonio, ma nella maggior parte dei casi si tratta di soggetti affetti da problemi psichici, psicologici o che sono stati plagiati da sedicenti sacerdoti del male e maghi di ogni sorta. A questo proposito, in Italia esisterebbero circa 500 sette sataniche 'strutturate' e con un vasto seguito di 'fedeli'.

Ma come si manifesta una possessione? Secondo quanto spiegato da Tiziano Repetto - gesuita ed esorcista nella diocesi di Roma - in un intervista a Focus Extra, le possessioni possono essere di tre tipi diversi. Si parla infatti di 'infestazione demoniaca locale' quando riguarda luoghi od oggetti, di 'vessazione' quando si è in presenza di aggressione fisica a una persona da parte del maligno e di 'possessione' in senso stretto quando si verifica "una sorta di sostituzione temporanea della persona, durante la quale lo spirito demoniaco fa parlare e agire il posseduto come vuole, senza che la vittima possa reagire".

Se nonostante simili premesse siete ancora saldi nella vostra decisione di intraprendere questa strada, scoprite nel prossimo paragrafo come diventare materialmente un esorcista.

    YouTube

La strada per diventare esorcista

La pratica dell'esorcismo - almeno nella religione cattolica - è appannaggio dei soli uomini di chiesa, pertanto se volete diventare un esorcista per prima cosa dovete diventare prete e a tale proposito potete prendere visione della specifica guida sull'argomento. Una volta diventati sacerdoti, non esiste una vera e propria preparazione istituzionale al ruolo, ma di solito ci si affianca a un esorcista esperto, che introduce il novizio all'argomento con letture, studi e partecipazione pratica a eventuali riti. In alternativa è anche possibile frequentare uno dei corsi istituiti di solito ogni 2 o 3 anni dall’Università Pontificia Regina Apostolorum: in questa sede si studiano materie relative alla malattia psichica, agli aspetti dell’azione malefica di Satana, storia degli esorcismi, demonologia e occultismo, quest'ultimo anche in relazione alla sua influenza sulla società moderna.

Non basta tuttavia avere frequentato un corso o avere effettuato studi in materia per praticare questo rito. Le regole del diritto canonico su come diventare esorcista sono infatti molto rigide e prevedono che si possa ricoprire tale ruolo solo su nomina diretta del vescovo, previa un'accurata valutazione da parte di quest'ultimo riguardo alla preparazione, alla motivazione e all'attitudine dell'aspirante. La nomina infine è rinnovata di anno in anno proprio per garantire che l'esorcista non perda le caratteristiche che gli hanno permesso di divenire tale.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019