Excite

Come diventare psichiatra

"La nozione di malattia mentale deve muoversi nell'orbita della biologia e della medicina". Con questa definizione scritta in punto di morte, lo psichiatra francese Henry Ey esprime l'essenza più completa della pischiatria: curare il disturbo mentale o psicologico a partire dal presupposto di un malfunzionamento a livello fisiologico del sistema nervoso centrale. Se condividete questo approccio teorico e pratico, scoprite qui come diventare psichiatra.

Identikit dello psichiatra

Lo psichiatra è un medico specializzato nella prevenzione, nella cura e nella riabilitazione dei disturbi mentali. Nella sua attività esercita un continuo lavoro di mediazione e sintesi tra diverse branche della scienza, in quanto la diagnosi e la terapia sono il frutto di approfondite conoscenze di medicina, farmacologia e neurologia, nonché di solide nozioni di psicologia e sociologia.

Come scriveva Henry Ey, infatti, la psichiatria è: "una branca della medicina che ha per oggetto la patologia della vita di relazione a quel livello di essa che assicura l'autonomia e l'adattamento dell'uomo nelle condizioni della propria esistenza". Lo psichiatra dunque può prescrivere farmaci generici e/o psicofarmaci, somministrare esami clinici come EEG, TC, PET, MRI ed è altresì autorizzato per legge - diversamente dai colleghi psicologi, che devono abilitarsi - a esercitare la psicoterapia.

La psichiatria presenta diverse branche specialistiche che possono essere così sintetizzate:

  • psichiatria biologica;
  • psichiatria infantile e dell'adolescenza;
  • psichiatria dell'adulto e dell'anziano (psicogeriatria);
  • psichiatria consultivo-relazionale;
  • psichiatria delle dipendenze;
  • psichiatria forense.

A queste possono essere aggiunte la medicina comportamentale e la psiconcologia.

L'adesione a un settore piuttosto che a un altro determina l'ambito di esercizio della professione, quindi una volta che si è compreso pienamente come e perché diventare psichiatra è necessario riflettere sul tipo di specializzazione che si vuole intraprendere.

Percorso di studi

Per essere psichiatri bisogna prima di tutto diventare medici. Un buon punto di partenza allora può essere il liceo scientifico - soprattutto per lo studio che si fa di materie come matematica, fisica, chimica, biologia - benché anche il liceo classico è considerato una valida soluzione per affrontare una facoltà impegnativa come Medicina e Chirurgia. Questo corso universitario è a numero chiuso, dura 6 anni e prevede lo svolgimento di un tirocinio post lauream attualmente della durata di 6 mesi, ma destinato a diventare di 12. Al termine del tirocinio è quindi richiesto di sostenere e superare l'esame di stato, titolo che dà diritto all'iscrizione all'Albo provinciale dei Medici Chirurghi e Odontoiatri. Una volta che si è diventati medico chirurgo è quindi possibile iscriversi a una scuola di Psichiatria. Tali classi di studio hanno durata variabile di 4/5 anni e formano gli studenti tanto da un punto di vista teorico che pratico, rilasciando infine il titolo di Specialista in Psichiatria, fondamentale per svolgere attività professionale nei Dipartimenti di Salute Mentale. Per maggiori informazioni sulle facoltà, sulle scuole, sulla durata dei corsi e sui calendari si rimanda ai siti dei singoli atenei.

Psichiatra, psicoterapeuta e psicologo: facciamo chiarezza

Lo psichiatra è un medico con una specializzazione specifica nell'ambito dei disturbi e delle patologie mentali ed esercita la sua attività privilegiando un approccio medico-farmacologico, cui fa seguito in seconda battuta uno di tipo terapeutico (che può praticare autonomamente, in quanto abilitato all'esercizio della psicoterapia, oppure affidare a un consulente esterno). Lo psicoterapeuta invece ha una laurea in Medicina e Chirurgia o Psicologia, ha conseguito una specializzazione in Psicoterapia, ha completato un percorso obbligatorio di analisi della durata minima di 6 anni e continua a sottoporsi a periodiche supervisioni cliniche e personali per tutta la durata della vita professionale. Il suo approccio privilegia l'analisi della psiche attraverso strumenti come il colloquio e la relazione. Lo psicologo, infine, condivide l'approccio del psicoterapeuta da cui si differenzia invece sostanzialmente per la formazione, che non prevede la scuola di specializzazione e l'obbligo di analisi.

Sbocchi professionali

Lo psichiatra può lavorare presso strutture pubbliche e private. L'inserimento nell'organico delle prime avviene tramite concorso, mentre con le seconde può collaborare in qualità di dipente assunto oppure di consulente esterno. Come libero professionista lo psichiatra può avere un proprio studio e prestare consulenza presso diverse realtà, tra cui centri di salute mentale, centri diurni, comunità riabilitative residenziali, servizi per la cura delle tossicodipendenze, dei problemi alimentari, dei disturbi di bambini, adolescenti, adulti, anziani e famiglie. Per maggiori informazioni su come diventare psichiatra e sugli sbocchi professionali si consiglia comunque di consultare il sito dell'Associazione Italiana Psichiatri Medici (AipsiMed, aipsimed.org) e quello della Società Italiana di Psichiatria (psichiatria.it).

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019