Excite

Come lavorare nel No Profit

Il settore del No Profit è sempre più desiderato dai giovani. E nonostante le retribuzioni più basse rispetto a pari ruolo e livello 'profit'. Come mai? La spiegazione la dà Marco Crescenzi, presidente dell’ASVI-Agenzia per lo Sviluppo del No Profit, in un'intervista ad AlmaLaurea: "chi vuole lavorare nel No Profit non cerca un lavoro e basta, ma cerca un impegno, ovviamente retribuito. E' la motivazione che cambia: occorre avere la voglia di migliorare le cose, conta la propria capacità di avere e inseguire un sogno". Il No Profit rappresenta dunque quell'obiettivo che al giorno d'oggi è quasi un miraggio: la possibilità di conciliare lavoro e ideali. Se questa sfida è anche la vostra, scoprite qui allora come lavorare nel No Profit.

No Profit: percorso di studi e profili ricercati

Pur restando primariamente una questione di motivazioni, per lavorare nel No Profit è sempre più necessario avere un'adeguata formazione accademica e professionale. La richiesta delle varie agenzie, organizzazioni, associazioni ed enti che operano in questo settore è infatti rivolta a candidati che hanno un percorso di studi specializzante o che, in alternativa, hanno maturato un buon livello di esperienza sul campo. Per rispondere a tale maggiore esigenza di formazione, dunque, molte Università hanno attivato Corsi di Laurea e Master ad hoc e tra questi si segnalano:

  • Diploma Universitario in economia delle imprese cooperative e delle organizzazioni no profit - Università Ca' Foscari di Venezia;
  • Diploma Universitario in servizio sociale - Università di Pisa;
  • Master in gestione di organizzazioni non profit e cooperative sociali - Università di Trento;
  • Master in economia e gestione dei beni artistici e culturali, Master in organizzazione e gestione dei servizi sociali, Master in economia e gestione delle imprese non profit - Università Bocconi di Milano;
  • Corso post laurea di perfezionamento in management delle organizzazioni no profit - Università di Genova;
  • Master in fund raising e management etico - Università di Bologna;
  • Master in economia non profit e cooperazione allo sviluppo - Università di Ferrara;
  • Corso di alta specializzazione in marketing e comunicazione No Profit - Comune di Roma e Ateneo Impresa;
  • Master specialistico in peacekeeping - Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa;
  • Master in lavorare nel non profit - Università di Urbino.

Le modalità di selezione a partecipazione a ciascuno di detti corsi sono specificate sui siti dei singoli Atenei, ma in linea generale un requisito imprescindibile è l'ottima conoscenza di almeno due lingue straniere (tra cui tassativamente l'inglese).

I profili che escono da queste esperienze formative e attualmente più ricercati sono quelli di:

  • fundraiser (raccolta fondi);
  • responsabile della comunicazione;
  • responsabile campaigning (campagne di intervento o di sensibilizzazione);
  • esperti e manager di progetti europei (europrogettisti) e di cooperazione internazionale;
  • web manager.

Una volta capito come lavorare nel No Profit, il passo successivo è individuare i diversi operatori del settore ai quali sottoporre la propria candidatura.

    emergency.it

I protagonisti del No Profit

Superato il lungo iter formativo, come lavorare materialmente nel No Profit? A chi inviare la propria candidatura? Chi contattare per avere un'esperienza di stage e/o tirocinio? A seconda delle proprie inclinazioni e obiettivi, sono diversi i protagonisti del settore ai quali ci si può rivolgere, tra cui:

  • Socialidarity (socialidarity.it) - portale sul mondo del No Profit con una sezione Job ricca e aggiornata;
  • Nonprofitlavoro (nonprofitlavoro.it) - altro portale sul mondo del No Profit che offre informazioni e opportunità di lavoro;
  • NoProfit (noprofit.org) - il portale delle ONG, con informazioni e opportunità di lavoro;
  • Infojobs (infojobs.it/lavoro/no-profit e infojobs.it/lavoro/greenjob) - le due sezioni specializzate in attività no profit e green di uno dei più grandi portali di lavoro internazionali;
  • Emergency (emergency.it) e Medici Senza Frontiere (medicisenzafrontiere.it);
  • Greenpeace (greenpeace.it).

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017