Excite

Lavoro, ripartono le assunzioni nelle piccole e medie imprese

In Italia le assunzioni di nuovo personale sono in aumento, soprattutto nelle piccole e medie imprese con meno di 250 dipendenti. E' quanto emerso da un'indagine condotta d Unioncamere in collaborazione con il Ministero del Lavoro.

Nel primo trimestre del 2011, infatti, le assunzioni programmate da parte delle PMI sono 99 mila. Tuttavia, la gran parte delle opportunità lavorative si concentrano nel Nord Italia, e meno della metà dei contratti sono a tempo indeterminato. Le figure maggiormente richieste sono gli operai specializzati, ma anche profili qualificati e dirigenti. Per quanto riguarda gli impiegati, i professionisti del commercio e dei servizi, invece, si registra una calo pari a 5 mila unità rispetto alla fine dello scorso anno. Tra le professioni hi-skill, le figure più ricercate sono i tecnici amministrativi e finanziari, ma anche i tecnici del marketing, i tecnici dell'industria e i disegnatori.

La gran parte delle assunzioni, si concentra nell'area della produzione, nell'area commerciale e delle vendite, in primis. Seguono l'area amministrativa e le aree tecniche e della progettazione. La ripresa delle assunzioni riguarderà soprattutto l'Italia settentrionale, dove le entrate programmate sono 28,1 mila nelle aziende del nord oveste e 25,1 mila in quelle del nord est. Al centro si stimano 19,5 mila nuovi posti di lavoro, mentre al sud e nelle isole 26,2 mila.

Unioncamere, tuttavia, è preoccupata della continua diminuzione dei contratti stabili. Si conta che nel primo trimestre 2011, solo il 42,5% dei nuovi assunti ha la possibilità di firmare un contratto a tempo indeterminato.

(foto © Freedigitalphotos.com)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017