Excite

Baby parking in franchising, a chi rivolgersi

Se amate i bambini e il vostro sogno è quello di aprire una struttura che offra servizi per l'infanzia, ma l'idea di affrontare tutto da soli vi spaventa,  la soluzione del baby parking in franchising, può rivelarsi una valida soluzione.

Avviare un baby parking è molto più semplice che aprire un asilo nido, occorre, infatti, un investimento più contenuto, non serve allestire una mensa perché non vengono somministrati i pasti e la gestione è decisamente più facile. I baby parking, infatti, rispondono alla necessità dei genitori di lasciare i propri figli (dai 13 mesi ai 6 anni) in un luogo sicuro per brevi periodi di tempo (massimo 6 ore consecutive), e non è previsto alcun piano didattico. I bambini, infatti, vengono coinvolti esclusivamente in attività ludiche.

Attualmente, non esiste una legge a livello nazionale che delinei i requisiti per aprire un baby parking, ma in generale, le norme da rispettare riguardano essenzialmente l'igene e la sicurezza. Solo alcune regioni hanno introdotto normative specifiche. Normalmente, una volta scelto il posto dove si vuole aprire il baby parking, occorre richiedere il permesso alla Asl locale che ne giudicherà l’idoneità. Successivamente, bisogna aprire la partita IVA, iscriversi al registro delle imprese, all'INPS e all'INAIL, è necessario stipulare un’assicurazione per i bambini, che non possono essere più di 25.

Sebbene aprire un baby parking non sia particolarmente oneroso, e non richieda una gestione complessa, si può essere assaliti dai dubbi e dai timori, in questo caso, sono tante le proposte di franchising in questo settore, che offrono non solo assistenza per tutte le pratiche burocratiche mettendo a disposizione un marchio affidabile, ma aiutano anche nella progettazione e nell'allestimento degli spazi. Ad esempio, la Bacchetta Magica, permette di aprire un baby parking in franchising con la formula 'chiavi in mano'. L'azienda, infatti, si occupa dell'arredamento senza angoli e la bordatura di sicurezza anticontusione in gomma, delle attrezzature gioco e didattiche, e della pubblicità, dietro un modesto investimento iniziale.

Anche Arcobaleno offre soluzioni interessanti, come 'Arcobaleno Spazio Gioco', una tipologia di baby parking rivolta a bambini dai tre ai sei anni indicata per svolgere attività di intrattenimento sia presso strutture autonome nella città sia presso centri commerciali, centri fieristici, palestre, aziende, o 'Arcobaleno Crescere Giocando' è una tipologìa di spazio gioco rivolto a bambini dai sei ai dieci anni di età, le cui attività sono organizzate in maniera organica.

 

 

 

  • Fonte:
  • Freedigitalphotos.net

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017