Excite

Bonus di 80 euro alle neomamme nel 2015 e 800mila nuovi posti di lavoro: le promesse di Renzi e Padoan

  • Twitter @MGhidinelli

Quello annunciato con enfasi dal premier Matteo Renzi davanti alle telecamere di Canale 5 negli studi di Domenica Live è un bonus di nuovo conio, rivolto alle neomamme che a partire dal 2015 potranno usufruire di 80 euro allo stesso modo dei lavoratori a basso reddito.

Mamme lavoratrici, i benefici concessi dalla legge per il 2014: voucher e agevolazioni

La misura, secondo stime facilmente ricavabili dall’incrocio di dati Istat sul trend delle nascite nel 2013 e sulla spesa per nucleo familiare dell’erario con le cifre preventivate da Palazzo Chigi, dovrebbe costare allo Stato circa mezzo miliardo per i 12 mesi coperti dalle risorse cantierate nel cosiddetto “Fondo Famiglia”.

Quanto alla platea dei beneficiari del bonus di 80 euro al mese per le neomamme italiane con figli in età inferiore ai tre anni, se il numero dei nuovi nati dovesse rimanere in linea con l’andamento dell’anno precedente saranno poco più di 500mila le persone alle quali verranno concessi i soldi promessi, purché si tratti di cittadini italiani (da chiarire la posizione di tutti coloro che hanno soltanto la residenza sul nostro territorio).

(Jobs Act e riduzione delle tasse, gli annunci del presidente del Consiglio Renzi: video)

Il reddito annuo lordo delle madri destinatarie della somma quantificata in 960 € complessivi in dodici mensilità, non dovrà superare il tetto dei 90mila euro e non saranno esclusi dal contributo i beneficiari del bonus Irpef, concesso da maggio 2014 dal governo e confermato nell’ultima Legge di Stabilità.

Sulla stessa lunghezza d’onda di Matteo Renzi l’annuncio roboante del ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, ospite ieri della trasmissione di Raitre “In Mezz'Ora”, in merito alla creazione di posti di lavoro con i provvedimenti varati dall’esecutivo: “Potremmo sbagliarci per difetto” ha affermato il titolare del dicastero precedentemente occupato da Fabrizio Saccomanni rispondendo alle domande di Lucia Annunziata su Jobs Act e manovra autunnale, precisando che i nuovi occupati saranno 800mila forse già entro il 2015.

Il testo completo della Legge di Stabilità, ha poi assicurato l’ex direttore esecutivo per l’Italia del Fondo Monetario Internazionale, è ormai pronto per essere visionato ufficialmente dal Presidente della Repubblica, mancando soltanto alcuni dettagli tecnici da definire nelle prossime ore.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017