Excite

Broker assicurativo: lo specialista delle polizze

  • Foto:
  • zimbio.com

La sua figura è così affascinante che John Grisham - maestro dei legal thriller - ne ha fatto un libro di successo. E nella realtà è una delle professioni che sta prendendo piede sempre più rapidamente nel mondo del lavoro. Di chi stiamo parlando? Del broker assicurativo, un vero e proprio specialista delle polizze. Se state cercando un'attività remunerativa, dinamica, che spazia dall'ambito dell'economia a quello della giurisprudenza, qui trovate alcune dritte per trasformare il vostro progetto in realtà.


Identikit del broker assicurativo

Il broker assicurativo è un professionista senza vincoli di monomandato che mette in contatto le diverse Assicurazioni con potenziali clienti interessati a stipulare una polizza contro i rischi. Non dipendendo da un'unica società, il broker offre una proposta ampia e concorrenziale, all'interno della quale è possibile scegliere la soluzione più interessante per le proprie esigenze. Il suo ruolo è consulenziale e commerciale, perché deve essere in grado di stimare il livello di rischio dei clienti - persone fisiche o aziende - e offrire di conseguenza un prodotto adeguato alle necessità del richiedente ma allo stesso tempo conveniente per l'Assicurazione.


Come diventare broker assicurativo: i titoli di studio e l'esame Isvap

Per diventare broker assicurativo non è necessario essere laureati, basta infatti anche il solo diploma. Tuttavia, data la complessità della materia trattata, un corso universitario in materie economiche o giuridiche è una valida base di partenza. Il punto nodale per esercitare la professione di broker in ogni caso è il superamento dell'esame organizzato annualmente a Roma dall'Istituto di vigilanza sulle assicurazioni private (Isvap). Durante questa prova sono testate tutte le conoscenze ritenute fondamentali per l'esercizio della professione e solo se si passano sia la prova scritta che quella orale è possibile iscriversi all'albo e lavorare come broker. Per conoscere le materie e il calendario di esame è necessario consultare il sito isvap.it.


Master e corsi di formazione professionale

In considerazione della sempre maggiore richiesta da parte del mercato e della crescente complessità del panorama assicurativo nazionale e internazionale, l'Associazione italiana dei broker di assicurazione e riassicurazione (Aiba) ha da poco inaugurato una propria sezione didattica - l'Accademia di Brokeraggio Assicurativo (ABA) - dedicata specificamente alla formazione di broker assicurativi professionali. I corsi universitari, i Master e i corsi di perfezionamento sono propedeutici al superamento dell'esame Isvap (comunque obbligatorio) e all'esercizio della professione con competenze e titoli che rappresentano l'eccellenza in Italia. Per chi fosse interessato, i dettagli dell'offerta formativa sono disponibili sul sito aiba.it.


I primi passi nel mondo del lavoro

Come tutti i liberi professionisti, il broker assicurativo lavora con partita IVA, per cui il primo passo da fare una volta superato l'esame è provvedere alla sua apertura. Immediatamente dopo è necessario prendere contatto con le principali realtà assicurative e stipulare mandati di agenzia che autorizzino a vendere i prodotti delle singole Assicurazioni. I guadagni sono a provvigione e di solito variano dal 15 al 20% del premio gestito. Alcune volte le società forniscono ai brokers dei portafogli clienti, ma più spesso lasciano loro carta bianca e sta all'abilità di ognuno procacciarsi potenziali compratori. Per i più giovani e inesperti, però, ultimamente si sta affacciando l'opportunità offerta da alcune compagnie di iniziare come dipendente: in questo caso si è inquadrati con il contratto del commercio e lo stipendio è di circa 1.000 euro più eventuali premi sul venduto.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017