Excite

Categorie protette: la legge 68/ 99

La legge 68/99 disciplina l'inserimento lavorativo degli appartenenti alle categorie protette e ha sostituito la precedente normativa, legge 482/68. Alle categorie protette dalla legge 68/99 appartengono i lavoratori disabili che in questa ultima giurisprudenza vedono il loro inserimento come lavoratori attivi e produttivi e non più in una ottica meramente assistenziale. Ecco alcuni consigli per conoscere bene la disciplina vigente e trovare occupazione.

La normativa per le imprese e i lavoratori

Le categorie protette individuate dalla legge 68/99 comprendono diverse tipologie di lavoratori:

  • invalidi fisici, psichici e sensoriali a cui la commissione preposta della ASL ha accertato una incapacità lavorativa superiore al 45% o superiore al 33%;
  • invalidi di guerra e per cause di servizio;
  • non vedenti: ciechi assoluti o persone con un residuo visivo di un decimo;
  • non udenti.

Le invalidità devono essere certificate dalle Aziende Sanitarie Locali attraverso le apposite Commissioni Mediche che stabiliscono anche i tempi e le modalità per i successivi accertamenti della permanenza dello stato invalidante.

Nel caso che la residua capacità lavorativa derivi da un incidente sul lavoro basta esibire la certificazione prodotta dall'Inail.

Le imprese: obblighi ed esoneri

Le imprese pubbliche e private hanno l'obbligo di assumere personale appartenente alle categorie protette: questa obbligatorietà è stabilita percentualmente secondo le dimensioni aziendali. Al fine dell'assunzione dei lavoratori delle categorie protette, nel computo dei dipendenti, sono esclusi i dirigenti, il personale con contratto di formazione lavoro, di apprendistato, temporaneo, distaccato e addetto al telelavoro.

Le assunzioni, poiché si basano sul numero dei dipendenti, sono determinate così:

  • un lavoratore disabile per imprese fino a 35 dipendenti,
  • due lavoratori disabili fino a 50 dipendenti,
  • una quota del 7% dei dipendenti se l'impresa ha fino a 150 lavoratori.

Quando comprovate necessità aziendali non permettono l'inserimento dei lavoratori appartenenti alle categorie protette il datore può ottenere un esonero per il quale verserà al Fondo Regionale per l'occupazione dei disabili un contributo giornaliero per ogni lavoratore non assunto.

I lavoratori: come trovare occupazione

Se si appartiene alle categorie protette ci sono due strade per trovare occupazione. La prima è rivolgersi ai Centri per l'Impiego che cureranno l'inserimento mirato. In questi uffici provinciali pervengono le richieste da parte delle aziende che vogliono assumere disabili e che il Centro provvede a inserire in una apposita graduatoria.

I lavoratori delle categorie protette che possiedono la qualifica cercata dai datori di lavoro saranno inviati al colloquio con l'azienda. Se nessun lavoratore dispone della qualifica richiesta la scelta cadrà su chi è in possesso delle qualifica più omogenea a quella richiesta.

La seconda possibilità per essere assunti è iscriversi alle liste speciali presso il Centro per l'Impiego, consultare i nominativi dei datori che devono ottemperare l'obbligo di inserimento lavorativo di personale disabile e presentarsi spontaneamente autocandidandosi.

Inoltre bisogna ricordare che il datore di lavoro può assumere mediante:

  • chiamata nominale: quindi può assumere tra i candidati spontanei ma anche consultando la graduatoria pubblica. Si tratta di una percentuale di chiamate per cui, una volta esaurite, il datore di lavoro deve riferirsi al Centro per l'Impiego
  • chiamata numerica: presso il Centro per l'Impiego che segue la graduatoria specificando la qualifica richiesta.

Ancora qualche consiglio

E' inoltre opportuno ricordare che, secondo la normativa che riguarda le categorie protette legge 68/99, il lavoratore disabile, per essere inserito nelle liste speciali, oltre al certificato di invalidità che stabilisce il grado della stessa, deve esibire un certificato di disoccupazione rilasciato dall'Ufficio Provinciale del Lavoro. Espletate le mansioni burocratiche sarà possibile accedere alla ricerca del lavoro anche attraverso i siti internet.

Fra tutti Categorieprotette.it è un portale di recruiting in cui vi sono proposte di lavoro che possono essere consultate o attraverso una ricerca per Regione o per attività lavorativa.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017