Excite

Cedolino unico: che cos'è e come leggerlo

Il cedolino unico vede la luce a gennaio del 2011 nel quadro della "strategia di dematerializzazione e semplificazione dei processi della Pubblica Amministrazione" previsti dall'Articolo 2, comma 197, della Legge Finanziaria n. 191 del 23 dicembre 2009 e in definitiva è la nuova busta paga dei dipendenti pubblici, disponibile online e comprendente il dettaglio sia delle competenze fisse che di quelle accessorie, prima separate.

I perché del progetto cedolino unico

Il progetto cedolino unico prende le mosse dall'esigenza di snellire e rendere più efficienti ed economici i processi amministrativi e contabili alla base dell'erogazione dello stipendio del personale della Pubblica Amministrazione. La volontà è infatti quella di non produrre più mensilmente a livello centrale oltre 1.500.000 cedolini cartacei con le competenze fisse e altrettanti a livello locale con quelle variabili. Ma non solo.

All'accentramento e alla razionalizzazione della busta paga si vogliono anche affiancare l'anticipo delle "entrate dello Stato relative alle ritenute fiscali calcolate con il conguaglio di fine anno e versate con la mensilità di febbraio dell’anno successivo", l'"eliminazione dei pagamenti in contanti c/o il Cassiere relativi alle competenze accessorie", "l'unificazione delle modalità di pagamento per singolo dipendente" e "il monitoraggio unitario dei pagamenti disposti", al fine di perseguire lo snellimento delle procedure e la riduzione delle spese di gestione.

Un'ipotesi organizzativa che diventa operativa a gennaio del 2011, con la nuova configurazione del Sistema Service Personale Tesoro (SPT), che attraverso il Portale Stipendi PA (spt.mef.gov.it, seguendo il percorso Aree Tematiche/Stipendi/Il Cedolino) permette ai dipendenti pubblici di consultare in modalità telematica la busta paga, garantendo un aggiornamento continuo e, in definitiva, un'informazione completa e puntuale della situazione lavorativa ed economica di ciascuno.

La struttura del cedolino unico

Il cedolino unico consta di una struttura standard che prevede una prima e una seconda pagina 'logiche', ovvero come si può leggere sul sito dell'SPT composte "da una o più pagine fisiche a seconda della mole di informazioni". Nella prima pagina è dunque possibile trovare il riepilogo dei dati relativi agli estremi identificativi (area di intestazione), all'anagrafica e alla posizione giuridico-economica (area informativa superiore), alla retribuzione (area informativa intermedia), agli importi progressivi (area informativa inferiore) e ai contatti per avere chiarimenti o reperire i codici bidimensionali per la certificazione del cedolino (area di coda), mentre nella seconda vi è un dettaglio degli stessi. La natura virtuale del cedolino unico rende possibile un numero potenzialmente infinito di pagine e, pertanto, è garanzia per l'utente di un'informazione assolutamente completa e puntuale.

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017