Excite

Colloqui di lavoro: un po' di marketing di se stessi

Per alcuni la ricerca del lavoro è diventata essa stessa un lavoro. La conoscenza di tecniche, trucchi e accorgimenti aumenta in maniera direttamente proporzionale al numero dei colloqui di lavoro effettuati. Se al primo eravate piuttosto insicuri e impacciati, al ventesimo correte il rischio di strafare.

Vediamo giusto un paio consigli. Innanzitutto, arrivate puntuali. Non serve neanche dirlo. Meglio ancora però, se arrivare in anticipo. Avrete così tutto il tempo di individuare il luogo del colloquio, fare un giro in zona per rilassarvi e raccogliere le idee prima di affrontare la sfida. Potreste considerarlo superfluo, ma è sempre bene tenere a mente l'aspetto emozionale.

In questo senso, al presentare le proprie esperienze di lavoro o studio, risulta più efficace essere se stessi e dire la verità. Allo stesso tempo, bisogna tener presente che nessuno lo fa. Un esempio concreto. Molti dicono di saper parlare inglese, quando al massimo ne hanno una conoscenza scolastica.

C'è il rischio che nonostante lo consideriate pieno di lacune, il vostro inglese sia di fatto nettamente superiore alla media. Mettiamo che a riprova della reale conoscenza della lingua vi chiedano se avete trascorso un periodo di studio all'estero, cercate di rimanere un po' larghi di maniche.

Se ad esempio avete davvero fatto un corso di soli due mesi a Londra, allora non state esattamente mentendo al dichiararne quattro o anche sei. Fate solo un po' di marketing di voi stessi. Soltanto evitate di incorrere in contraddizioni rispetto a quello che avete scritto sul vostro curriculum.

(foto © nonsolosalute.cotons.it)

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017