Excite

Come affrontare un pranzo di lavoro

Nel mondo del business, si sa, il tempo è prezioso, per cui anche un'occasione conviviale come il pranzo può diventare un ottimo momento per fare affari. A tavola, infatti, parlare è più semplice e il cibo fa cadere quelle barriere che possono rendere difficile relazionarsi. Utilizzare questo spazio per siglare un accordo o stipulare un contratto può dunque rivelarsi una strategia vincente, sempre di non incorrere in madornali errori di forma. Ecco allora alcuni suggerimenti su come affrontare al meglio un pranzo di lavoro.

Il pranzo di lavoro: i trucchi per renderlo un successo

Come affrontare un pranzo di lavoro perché sia un successo e permetta di portare a casa l'accordo, il contratto, tanto desiderato? Per prima cosa è molto importante scegliere con grande attenzione il posto. In linea di massima dovrebbe essere un locale che rispecchia il tono dell'incontro (più o meno formale) e che propone una cucina non troppo fantasiosa: a meno di non conoscere i gusti dei propri commensali, azzardare cibi molto particolari può essere rischioso. Meglio andare sul tradizionale o sul fusion e - a rigor di logica - scegliere un posto che conoscete e di cui vi fidate. Individuato il locale, è opportuno prenotare un tavolo (o una sala) in una posizione che permetta di parlare tranquillamente: evitate quindi i ristoranti e i bistrot dove si mangia bene ma c'è molta confusione e altrettanto rumore.

Superato questo step iniziale, il passo successivo riguarda il galateo del pranzo vero e proprio. Se arrivate all'appuntamento per primi, attendete i vostri ospiti fuori del locale o al bar dello stesso: non sedetevi e non ordinate in loro assenza, sarebbe davvero molto cafone. Al momento delle presentazioni, date la mano ed evitate frasi di circostanza o il terribile 'piacere': basta un saluto e il vostro nome, se ancora non vi conoscete. A questo proposito, fate attenzione a memorizzare come si chiamano i vostri commensali (per evitare imbarazzanti dimenticanze) e fate accomodare gli ospiti in modo che abbiano la migliore vista possibile della sala e siano vicini a persone che conoscono e con le quali si sentono a proprio agio.

Quando ordinate ricordatevi che siete sì a pranzo, ma che il vostro vero obiettivo è di natura lavorativa, quindi non eccedete con le portate. Allo stesso modo, mangiate discorrendo e non concentratevi solo su ciò che avete nel piatto. Evitate di dire 'buon appetito' e aspettate che a iniziare sia la persona più importante seduta al tavolo. Se vi accorgete che il vostro interlocutore preferisce finire di mangiare prima di parlare di lavoro, assecondatelo e conducete una conversazione piacevole.

Per quanto riguarda il conto, a saldarlo di solito se ne occupa chi ha fatto l'invito e ha organizzato il pranzo: insistere per pagare la propria parte o - peggio - proporre di 'fare alla romana' è assolutamente contrario alle regole della business etiquette.

Consigli di buon senso

Esistono alcune regole dello stare a tavola che dovrebbero essere osservate sempre, ma che - a maggior ragione - valgono ancora di più in circostanze come quella di affrontare un pranzo di lavoro. Tra queste, di sicuro, tenere il cellulare sul tavolo o farlo suonare mentre qualcuno parla: spegnetelo o, se proprio non potete fare diversamente, tenetelo con la vibrazione e avvisate che potreste dover rispondere perché attendete una chiamata importante.

Può sembrare scontato e banale, ma... Masticate a bocca chiusa e prima di parlare finite di mangiare. Bevete poco (anche se reggete bene l'alcol) e controllate che i vostri commensali si sentano a loro agio e siano serviti per tempo e con cura. Non esagerate con la convivialità: a meno di non essere molto in confidenza, ricordatevi che è pur sempre un incontro di lavoro.

Infine, last but not least, non buttatetvi in esperimenti culinari per 'fare bella figura' e scegliete piatti semplici da mangiare. Prendere la stessa portata del vostro ospite e poi non mangiarla perché non vi piace, rischia di ritorcersi contro di voi come un boomerang, così come ordinare spaghetti al sugo o gamberi da sgusciare: se lanciate un lapillo sulla camicia sartoriale della persona con cui volete fare affari, lasciate sì di voi un ricordo indelebile, ma non nel senso migliore...

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017