Excite

Come aprire un negozio vegan: i documenti necessari e l'investimento iniziale

Una recente inchiesta ha stabilità che il 6.5% degli italiani è vegetariano o vegano. E’ bene chiarire subito la differenza. I vegani sono le persone che non acquistano o consumano prodotti che prevedono in qualche modo lo sfruttamento animale. Non è, quindi, un fenomeno che riguarda solo la sfera alimentare. Nel caso specifico del cibo, però, i vegani sono coloro i quali non consumano carne o prodotti derivati dagli animali come i formaggi realizzati con latte di origine animale.

    Getty Images

I requisiti burocratici necessari

Dal punto di vista meramente economico l’aumento della popolazione vegana ha portato alla nascita di prodotti per vegani. Al momento è una nicchia di mercato ma avere un negozio vegan che, oltre ad essere attraente per i vegetariani, è pienamente rispondente alle esigenze di una nicchia di persone ben delineate non è un vantaggio da poco. Gli studi delle varie università evidenziano come nei prossimi anni la popolazione dei vegani è destinata ad aumentare. Al momento, però, si è rilevata una leggera flessione in favore di un nettissimo aumento dei vegetariani.

Cosa fare per diventare naturopata

Quello che ci interessa, però, è cosa fare per aprire un negozio vegan. E’ interessante, innanzitutto, visitare il sito di iVegan un negozio vegano con sede a Roma che è stato pioniere in Italia. Dal punto di vista pratico non esistono grosse differenze con un esercizio commerciale comune. Si frequenta il corso della relativa Camera di Commercio, si trova il locale adatto e si ottengono i permessi dalla Asl di zona.

L'investimento economico iniziale

In termini monetari, considerando che il locale deve garantire uno spazio medio di cento metri quadri, l’investimento iniziale può andare dai 40.000 ai 100.000 euro a seconda della città. E’ fondamentale che il locale sia in una zona di passeggio perché i vegetariani ed i vegani sono sicuramente disposti a muoversi ma accalappiare anche un po’ di clientela tradizionale non è una brutta idea.

Come lavorare per Ikea nei fine settimana

E’ utile costruire intorno al negozio una serie di iniziative per diffondere la cultura vegan cominciando, magari, a vendere anche abbigliamento ed accessori vegan oppure a tenere una serie di workshop o seminari a tema vegano. Più semplicemente può aiutare anche un punto degustazione all’interno del negozio.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017