Excite

Come aprire un vivaio

Chiunque abbia il pollice verde, sogna di aprire un vivaio, trasformando la propria passione in un'attività commerciale a tutti gli effetti, coniugando passione e guadagno.


Cos'è un vivaio

Il vivaio, è un'azienda agricola, che si occupa di piantare (a partire da un seme o piante già cresciute), coltivare e vendere piante o aiuole di ogni genere. Il vivaio può sorgere sia al chiuso, che in un luogo aperto.


Procedure per aprire un vivaio

Per aprire un vivaio, occorre disporre di un buon terreno agricolo (proprio o in affitto) o di un negozio. Meglio sarebbe, essere in possesso di un diploma di perito agrario o dell'attestato di un corso di formazione professionale. Inoltre, fino al 2013, i giovani con meno di 40 anni, possono beneficiare dei fondi della Comunità Europea per il piano di sviluppo rurale: si tratta di incentivi e agevolazioni, con contributi a tasso zero. Per avere maggiori informazioni a riguardo, vi consigliamo di rivolgervi direttamente allo sportello informagiovani presente in ogni città.


Pratiche burocratiche

Per aprire il vivaio, occorre ottenere l'autorizzazione, facendo domanda in carta da bollo all’ufficio fitosanitario, inserendo i dati anagrafici dell’intestatario o del consulente legale se si tratta di una società, l’indirizzo e l’ubicazione del vivaio con una pianta catastale dettagliata, il contratto di affitto stipulato, se il terreno non è di proprietà. Nel caso del negozio, invece, bisogna depositarne il titolo e chiedere l’autorizzazione regionale. Una volta ottenuta l’autorizzazione, bisogna effettuare l’iscrizione all’albo delle imprese agricole presso la Camera di Commercio e richiedere l’apertura della partita IVA presso il consorzio agrario.


Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017