Excite

Come calcolare la disoccupazione minima basandosi su Aspi e mini Aspi

Il sussidio di disoccupazione è cambiato sensibilmente con la Legge Fornero sugli ammortizzatori sociali del 28 giugno del 2012 che è successivamente entrata in vigore il primo gennaio dell’anno successivo. Il calcolo della disoccupazione minima è relativa agevole anche se è sempre consigliabile rivolgersi ai centri pubblici per l’impiego, all’INPS oppure ai tanti CAF sparsi in giro per l’Italia. Si tratta di una consulenza assolutamente gratuita.

    Getty Images

Chi ha accesso alla disoccupazione

In ogni caso se ci si vuole fare un’idea di massima di quanto è dovuto bisogna innanzitutto stabilire se si ha diritto al sussidio di disoccupazione. La Aspi, assicurazione sociale per l’impiego, e la mini Aspi per il triennio 2014-2016 spettano ai soci lavoratori di cooperativo che hanno un rapporto di lavoro subordinato, agli apprendisti, al personale artistico con rapporto di lavoro subordinato, ai lavoratori a tempo determinato del settore scuola ed ovviamente ai lavoratori dipendenti con contratto a tempo indeterminato non appartenenti alle pubbliche amministrazioni.

Scopri le nuove leggi sul lavoro

Non rientrano in queste categorie i dipendenti delle pubbliche amministrazioni, gli operai agricoli ed i lavoratori extracomunitari con permessi di soggiorno relativi a forme di lavoro stagionale.

Il calcolo della disoccupazione

La disoccupazione deve essere comprovata e non volontaria a meno che non si tratti di dimissioni per giusta causa che possono subentrare per il mancato pagamento dello stipendio, per molestie, per la brusca variazione delle condizioni di lavoro, per mobbing ed altre situazioni del genere. Una volta ottemperata anche la verifica del versamento dei contributi dovuti per accedere alla disoccupazione si può passare al calcolo vero e proprio.

Scopri le novità sui contratti di lavoro

L’indennità dovuta è del 75% della retribuzione media mensile degli ultimi due anni che può essere innalzata al minimo dovuto di 1.192, 98 euro. Questo importo può subire delle decurtazioni del 15% dopo sei mesi di disoccupazione e successivamente scendere al 45% dopo un anno di erogazione. Da valutare che esiste anche un massimo oltre il quale l’indennità non può salire. Il pagamento è mensile.

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017