Excite

Come calcolare le ferie della colf

Secondo quanto stabilisce la costituzione italiana ad ogni colf e badante spetta un periodo di riposo lontano dall’attività lavorativa per recuperare le energie fisiche e psichiche. Questi giorni di allontanamento obbligatorio si chiamano ferie. La colf ha diritto ogni anno a un periodo di ferie. Il periodo delle ferie sarà stabilito dal datore di lavoro tenendo conto del desiderio del lavoratore compatibilmente con le sue esigenze. Vediamo come calcolare le ferie della colf.

Regolamentazione delle ferie

Il 21 maggio 2013, davanti al Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali è stato firmato il Nuovo Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro sulla Disciplina del Rapporto di Lavoro Domestico. Il Contratto decorre dal 1 luglio 2013 con scadenza il 31/12/2016. L’articolo 18 del documento riguarda proprio le ferie.

Come calcolare le ferie della colf? La colf ha diritto a 26 giorni di ferie l’anno, compresi i sabati, ma escluse le domeniche e le festività nazionali. Il datore di lavoro non può negare al dipendente di godere delle ferie, nemmeno il dipendente può rinunciare a esse.

I giorni di ferie devono essere consecutivi e non interrotti da giorni lavorativi. Se non si vuole usufruire dei giorni di ferie tutti in una volta, si possono dilazionare in due periodi l’anno. Se la colf è straniera e necessita di un periodo di ferie più lungo per ritornare al suo paese di origine, può rinunciare per un anno a usufruire delle ferie e godere l’anno successivo di un periodo di riposo più lungo. Per comodità da entrambe le parti i mesi che si prestano alle ferie sono compresi tra giugno e settembre e nel periodo natalizio.

Appena inizia il rapporto di lavoro, la colf comincia a maturare i giorni di ferie. Le ferie non si possono accumulare, quindi vanno consumate entro l’anno in cui sono maturate. Vengono pagate soltanto se la colf si licenzia e deve ancora godere di giorni di riposo. Le colf che guadagnano un mensile, percepiscono durante il periodo di ferie la stessa retribuzione. Chi invece viene retribuito ad ore, lo stipendio è pari a 1/6 dell’orario settimanale per ogni giorno di ferie godute. Le ferie non possono essere consumate nel periodo di preavviso licenziamento, di malattia , di maternità e di infortunio.

Ferie calcolate su retribuzione mensile e oraria

Se la colf lavora per un anno intero, le spettano 26 giorni di ferie, altrimenti occorre fare un breve calcolo per stabilire quanti giorni di ferie ha maturato. Se la colf lavora da meno di un anno le ferie le spettano lo stesso, ma ridotte e rapportate ai mesi d’impiego. Se la domestica ha lavorato sei mesi, il calcolo da fare è questo: 26 giorni sono le ferie maturate in un anno, 12 sono i mesi contenuti in un anno, quindi si fa 26:12 e si ottiene 2,17 giorni, ossia la colf ha maturato 2,17 giorni di ferie al mese. 2,17giorni di ferie al mese x 6 mesi (tempo lavorato) si ha 13,02. Dopo sei mesi alla colf spettano 13 giorni di ferie.

Se la colf lavora a ore le spettano comunque 26 giorni, che devono essere consumate in maniera continuativa includendo giorni lavorativi e non, ossia se lavora il martedì e il mercoledì, i giorni di ferie vengono consumati dal martedì alla domenica e non soltanto tutti i martedì e tutti i mercoledì. A cambiare è la retribuzione che varia se la colf viene retribuita mensilmente oppure a ore.

Diritti e obblighi delle parti

Una volta che il datore di lavoro sa come calcolare le ferie della colf e stabilire quanti giorni le spettano, si impegna a stabilire in comune accordo con la parte, quanto usufruire del riposo. Le ferie sono uno dei tanti doveri che il datore di lavoro è obbligato a rispettare.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017