Excite

Come diventare agente Fifa

Nonostante l'oggettiva perdita di importanza del campionato italiano, il calcio continua a esercitare un forte fascino su giovani e meno giovani e in diversi sognano una carriera nel mondo del pallone: tanti come atleti, ma sempre di più come 'agente' di un calciatore. Ecco allora alcuni consigli pratici relativi a come diventare agente Fifa.

Diventare agente Fifa, il percorso da seguire

Come recita l'Articolo 3 del Regolamento Agenti di calciatori, l'agente Fifa "in forza di un incarico a titolo oneroso (la c.d. procura) cura e promuove i rapporti tra un calciatore professionista e una società di calcio professionistica in vista della stipulazione di un contratto di prestazione sportiva, ovvero tra due società per la conclusione del trasferimento o la cessione di un contratto nell'ambito di una Federazione o da una Federazione a un'altra". Quello del procuratore dunque è un ruolo complesso e 'internazionale' e per arrivare a ricoprirlo è necessario superare una prova che attesta l'effettiva conoscenza della materia trattata.

Il concorso in questione è patrocinato dalla FIGC e solitamente prevede ogni anno a Roma due sessioni d'esame, a settembre e a marzo, alle quali possono prendere parte cittadini italiani e dell'Unione Europea oppure non comunitari, "ma legalmente e ininterrottamente residenti in Italia da almeno due anni", che non abbiano carichi pendenti con la giustizia ordinaria e sportiva, in possesso di tutti i diritti civili e del diploma di maturità (per maggiori informazioni figc.it, sezione News, Comunicato Ufficiale Bando Esame Agenti).

Per partecipare è sufficiente inviare all'attenzione della FIGC – Commissione Agenti di calciatori con raccomandata a.r. una copia debitamente compilata dell'apposito modulo di iscrizione (scaricabile su figc.it, sezione News) completa di liberatoria e di ricevuta dell'avvenuto versamento della tassa di partecipazione (pari a 100 euro, non rimborsabili) entro la data indicata dal bando specifico, mentre la preparazione vera e propria della prova richiede un impegno decisamente maggiore.

Come dichiarano gli addetti ai lavori, infatti, le domande d'esame sono "insidiose", in quanto sono volte a verificare la conoscenza dei regolamenti sportivi che "sono abbastanza approssimativi e spesso nascondono problemi, perché vengono tradotti dall'inglese all'italiano e ci può essere confusione", spiega per esempio l'agente Fifa Nicola Giuliani, sottolineando anche che la Fédération Internationale de Football Association propone sempre "15 domande con casi pratici" che creano difficoltà in "chi si avvicina per la prima volta alla materia". Opinione condivisa anche dal collega e avvocato Jean-Christophe Cataliotti, che afferma che studiare non basta, ma occorre invece "immergersi nelle normative, sia nazionali che internazionali, cercando di carpirne la ratio".

Come diventare allora agente Fifa, praticamente? La risposta sono gli appositi corsi organizzati da diverse realtà su tutto il territorio nazionale.

    YouTube

I corsi per diventare agente Fifa

Per chi si interroga su come diventare agente Fifa, uno step praticamente imprescindibile è rappresentato dai corsi di preparazione all'esame della FIGC. Tutti gli addetti ai lavori, infatti, concordano sulla necessità di seguirne uno per arrivare pronti alla prova di Roma. Tra le varie offerte reperibili online si segnalano allora i corsi di TechSPORT.it, tenuti da Nicola Giuliani, e quelli organizzati da Jean-Christophe Cataliotti (per informazioni footballworkshop.it). In alternativa è anche possibile prendere in considerazione quelli promossi da corsiagentefifa.com e teamsoccerlife.it.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017