Excite

Come diventare istruttore di guida

Se avete una vera e propria passione per macchine e motori e il rischio è il vostro mestiere... Perché non diventare istruttori di guida? A parte la facile ironia, questa figura professionale continua a essere discretamente richiesta e i più intraprendenti possono anche pensare di aprire una propria scuola guida. Scoprite qui, allora, qual è la strada per diventare istruttore.


L'istruttore di guida, chi è costui
L'istruttore di guida è la persona che 'addestra' praticamente chi deve prendere la patente per guidare un veicolo, di qualsiasi tipo esso sia. Questa attività, infatti, prevede la formazione sul campo tanto di coloro che vogliono imparare a guidare un'autovettura, che di coloro che invece vogliono condurre una moto, un camion o un autobus. In tutti casi, comunque, la pratica è effettuata su strada, con speciali mezzi dotati di doppi comandi. E' bene specificare che l'istruttore di guida è una figura diversa da quella dell'insegnante di teoria, anche se - tramite apposita formazione e previo il superamento di uno specifico esame - può svolgere anche questa mansione.


Requisiti per diventare istruttore di guida
Per diventare istruttore di guida è necessario possedere:

  • diploma di scuola media inferiore (superiore se si vuole esercitare anche come insegnante di teoria);
  • patenti di categoria A e DE oppure A e D;
  • certificato di idoneità tecnica (prima rilasciato dalla Direzione Generale della Motorizzazione Civile e ora concesso dall’Ufficio Trasporti della propria Provincia ai sensi del Decreto Legislativo n°112/19985).
Oltre a questo, in base a quanto stabilito dall’articolo 10 comma 5 septies della Legge n°40/2007, è necessario sostenere uno specifico corso di formazione organizzato da speciali autoscuole autorizzate oppure dalla Provincia. Nel primo caso le lezioni sono a pagamento, mentre nel secondo sono gratuite o fortemente scontate perché sovvenzionate dall'amministrazione pubblica competente (per maggiori informazioni in tal senso si rimanda agli sportelli Informagiovani locali). In entrambi i casi, comunque, i corsi durano dai due ai quattro mesi e vertono su temi quali:
  • codice della strada;
  • meccanica, elettromeccanica e fisica,
  • norme giuridiche;
  • pratiche assicurative;
  • educazione civica;
  • primo soccorso in caso di incidenti.


Esame di abilitazione all'esercizio della professione
L'esame da sostenere per diventare istruttore di guida prevede:

  • un quiz con sessanta quesiti del tipo vero/falso su argomenti inerenti al conseguimento della patente B (numero errori ammessi: max 3);
  • una prova pratica durante la quale il candidato deve dimostrare di saper guidare un mezzo pesante - di solito un autobus - di saper istruire un allievo in merito.
Chi vuole diventare anche insegnante di teoria può farlo nella medesima sessione di esame, sostenendo anche:
  • una prova scritta che prevede la stesura di tre temi su argomenti estratti a sorte dalla commissione d'esame;
  • una prova orale (in subordine al superamento dello scritto.

Per maggiori informazioni sui profili, sulla professione, sui corsi e sugli esami si rimanda all'UNASCA - Unione Nazionale Autoscuole Studi Consulenza Automobilistica, unasca.it.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019