Excite

Come diventare magistrato militare

La carriera militare o comunque la possibilità di lavorare nelle Forze Armate (FF.AA.) per molti è più che un sogno, addirittura una vera e propria vocazione. Tra coloro che ambiscono a ricoprire un ruolo in quest'ambito molto particolare, un posto di rilievo lo rivestono senza dubbio gli specialisti della legge come avvocati e magistrati. Ecco allora una guida che spiega in breve come diventare magistrato militare e mettere le proprie competenze al servizio dei Tribunali che operano nell'ambito delle FF.AA.

    difesa.it

Storia e funzioni della magistratura militare

La magistratura militare italiana trova origine nella normativa del Regno di Sardegna e, successivamente, nel Regno d'Italia e nasce, sostanzialmente, per amministrare la giustizia militare. Dalla sua istituzione a oggi ha subito diverse modifiche - tra cui due fondamentali in prossimità dell'inizio delle guerre mondiali, nel 1915 e nel 1935 - e ha trovato un assetto definitivo nel 2007, con la Legge 24 dicembre 2007 n. 244, quando l'abolizione della leva obbligatoria e l'introduzione di quella professionale hanno reso necessarie una diminuzione del numero dei Tribunali e una riorganizzazione dell'intero sistema.

Come ai suoi albori, comunque, l'attuale magistratura militare si occupa dei reati militari delle FF.AA. italiane, sia in tempo di pace che in tempo di guerra, ed è costituita da magistrati ordinati procuratori militari presso la Procura militare e giudici militari presso il Tribunale militare. Considerata una magistratura speciale e in quanto tale disciplinata dall'Articolo 103 della Costituzione Italiana, la magistratura militare è tutelata nella propria autonomia e indipendenza da ogni altro potere dello Stato dall'Articolo 108 della Costituzione Italiana e a essa si applicano (con i distinguo del caso) anche gli altri principi costituzionali, tra cui quello dell'accesso tramite concorso pubblico.

Come diventare allora magistrato militare ed esercitare nei 3 Tribunali e Procure di Verona, Roma e Napoli? Le strade sono sostanzialmente due. La prima è 'diretta' e prevede di essere già magistrato ordinario e di partecipare al concorso riservato alla categoria per entrare nell'organico della magistratura militare, mentre la seconda è aperta a laureati in Giurisprudenza di entrambi i sessi e consiste in una carriera articolata per step successivi, per accedere ai quali è necessario sostenere e superare un apposito concorso pubblico.

Dalla laurea in Giurisprudenza alla magistratura militare

Se in seguito al concorso riservato ai magistrati ordinari per l'ingresso nella magistratura militare risultano dei posti vacanti, questi sono coperti attraverso il bando di un nuovo concorso pubblico riservato a laureati in Giurisprudenza di entrambi i sessi. Tale concorso si compone di tre prove scritte su diritto civile, penale e penale militare e di un esame orale che verte sulle stesse materie previste per l'accesso alla magistratura ordinaria, con alcune differenze per quanto riguarda la parte di diritto processuale penale militare.

Se il concorso ha esito positivo, l'iter prevede l'ingresso nella magistratura militare con la qualifica di uditore giudiziario militare senza funzioni. Dopo 6 mesi di 'tirocinio', se il Consiglio Superiore della Magistratura Militare ritiene il candidato idoneo, a quest'ultimo sono riconosciute le funzioni proprie del ruolo. L'aspirante magistrato, dunque, esercita per 2 anni in qualità di uditore giudiziario militare e al termine di detto periodo è sottoposto a nuova valutazione. Se anche questa è positiva, passa di grado e diventa magistrato militare di Tribunale. Dopo 11 anni in detto ruolo, il profilo professionale evolve in magistrato militare d'Appello, dopo altri 7 in magistrato militare di Cassazione e dopo ulteriori 6, infine, in magistrato militare di Cassazione idoneo alle funzioni direttive superiori.

Per maggiori informazioni sul ruolo e su come diventare magistrato militare si invita a prendere visione del sito del Ministero della Difesa, alla voce Giustizia Militare.

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017