Excite

Scopriamo insieme come diventare operaia tessile

Anche una donna può svolgere mansioni industriali, anche di natura strettamente "pratica". L'industria tessile è ancora in cerca di manodopera e le presenza femminili sono tutto tranne che demodè. Scopriamo, nelle righe a seguire, come diventare operaia tessile. Produzione di fiocchi, nastri, stoffe tessute e non, prodotti in cotone, lana ed altre materie tessili: questa, e non solo, l'attività che riguarda queste signore di buona volontà.

Operaia tessile: come ci si arriva?

La domanda è una, ma, come in casi del genere, stimola la curiosità e induce a porsi questioni complementari. Partiamo da qui: come diventare operaia tessile? Le competenze dell'operaio tessile sono di carattere tecnico e riguardano le singole fasi della lavorazione: per intraprendere questo mestiere è necessario, dopo aver conseguito il diploma dell'obbligo, seguire un corso di formazione (della durata di tre anni) presso un istituto professionale, o, diversamente, seguire un percorso di istruzione superiore ed essere in possesso di un diploma per tecnici.

Sarà necessario conoscere bene i macchinari utilizzati per il proprio lavoro, conoscere le varie fasi del processo produttivo e avere buone conoscenze in campo merceologico. Non dimentichiamo, altresì, che l'operaio tessile opera a stretto contatto con un team di altri operai: col tempo e con l'esperienza acquisita si può anche essere promossi a capo reparto.

Quali strumenti utilizza l'operaio tessile? Vari macchinari e apparecchiature, linee di montaggio e utensili manuali. Ci sono, naturalmente, requisiti necessari per svolgere questa professione: senza dubbio, fondamentale un breve periodo di apprendistato, buona manualita, capacita di lavoro in squadra, pazienza e precisione.

E ci sono, com'è ovvio, delle controindicazioni: conviene, a tal proposito, contattare un consulente di orientamento se si pensa che le proprie condizioni di salute possano influenzare lo svolgimento di quest'attività. Anche la corporatura svolge un ruolo importante: se la donna è di corporatura abbastanza "minuta", sarà probabilmente messa a caricare gli "aspi" e ad annodare i fili che si rompono o che si devono annodare, quando sarà necessario porre un nuovo aspo nella rastrelliera.

Come e dove si svolge l'attività?

Dopo aver compreso come diventare operaia tessile, ricordiamo che in queste fabbriche l'operaio generico svolge semplici operazioni di routine: alimentare i macchinari, caricare e pesare il materiale, collocare i rocchetti negli appositi porta-rocchetti, raggomitolare i fili, arrotolare la stoffa sui rulli, ripiegare le stoffe. Può anche rammendare tessuti a mano o a macchina, pesare e imballare i singoli prodotti.

L'attivita si svolge prevalentemente in laboratori per la filatura, stabilimenti tessili, laboratori per il finissaggio, dove si puo essere esposti a rumori e sostanze chimiche.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019