Come diventare rappresentante: la guida

Il rappresentante - o agente di commercio - è uno dei profili più ambiti dalle aziende. Trovare un commerciale capace, con una buona rete di contatti e in grado di garantire un fatturato elevato è la chimera di ogni selezionatore. Ma si tratta di una figura ambita non per caso: il lavoro del rappresentate è infatti faticoso sia da un punto di vista fisico che da uno psicologico e richiede molta tenacia, resistenza allo stress e ottime doti relazionali. Se pensate di possedere queste caratteristiche e volete impegnarvi in un'attività dinamica piena sì di sacrifici, ma anche di soddisfazioni, ecco alcune dritte per iniziare.


Il rappresentante: chi è costui
Il rappresentante - anche detto agente di commercio o più semplicemente commerciale - è un libero professionista che lavora in regime di Partita Iva. Il suo compito è quello di procacciare e stipulare contratti di compravendita tra l'azienda che rappresenta e potenziali clienti. Negli ultimi anni il suo ruolo si è molto evoluto, fino a diventare uno specialista esperto a 360° di sistemi e canali di vendita, di tendenze di mercato e di assistenza all'utente finale. Può lavorare come monomandatario e agire per conto di un solo committente oppure come plurimandatario e rappresentare più aziende diverse. Solitamente opera su specifiche zone di competenza e percepisce una retribuzione fatta di una parte fissa e una variabile (rappresentata dalle provvigioni sul venduto, dai premi di produzione e da eventuali benefits) oppure solo della variabile.


Requisiti istituzionali, professionali e scolastici
Per esercitare la professione di rappresentante è necessario essere iscritti al ruolo presso la Commissione Provinciale della Camera di Commercio del territorio di competenza. La domanda di ammissione deve riportare:

  • dati anagrafici;
  • cittadinanza (italiana o di altro Stato della Cee oppure extracomunitaria ma con residenza in Italia);
  • autocertificazione attestante il non svolgimento di attività di dipendente presso persone, associazioni o enti pubblici e privati;
  • autocertificazione attestante la non iscrizione al ruolo degli agenti d'affari in mediazione.
Oltre a questi titoli essenziali e uguali per tutti bisogna anche dichiarare di possedere uno dei seguenti requisiti:

  • esame di abilitazione presso un ente accreditato dalla Regione di appartenenza (previa frequenza di uno specifico corso professionale);
  • diploma di scuola secondaria a indirizzo commerciale o laurea in materie commerciali e giuridiche;
  • esperienza di due anni negli ultimi cinque come venditore piazzista o dipendente addetto alle vendite;
  • iscrizione attuale o passata al ruolo agenti e rappresentanti.


Il corso per diventare rappresentante
L'esame di abilitazione di cui necessita chi non ha un titolo di studio adatto all'esercizio dell'attività o non ha mai svolto il lavoro di rappresentante è rilasciato al termine di un corso che, solitamente, è possibile frequentare presso enti locali o scuole specializzate. Tale corso ha una durata minima di 80 ore e tratta materie quali diritto commerciale e tributario, disciplina previdenziale, norme contrattuali e basi di tecniche di vendita.


Previdenza: l'iscrizione a INPS e Enasarco
I rappresentanti che operano sul territorio nazionale per conto di committenti italiani o stranieri che hanno la sede o una qualsiasi dipendenza in Italia e i rappresentanti italiani che operano all´estero per conto di committenti italiani devono essere iscritti a un doppio regime previdenziale: INPS ed Enasarco (Ente Nazionale Assistenza Agenti e Rappresentanti di Commercio). Quest'ultimo infatti è integrativo delle pensioni INPS. L'iscrizione è a carico della ditta committente, che deve effettuarla entro trenta giorni dalla data di inizio del rapporto di agenzia, e una volta effettuata la Fondazione Enasarco assegna un numero di posizione all'azienda, un numero di matricola all´agente e un numero identificativo alla società di agenzia che devono sempre essere comunicati in ogni corrispondenza con l'Enasarco. Per maggiori informazioni è possibile visitare i siti inps.it e enasarco.it.

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2014