Excite

Come diventare tassista: tutti gli step

Dinamico, libero, pericoloso, redditizio: sono potenzialmente infiniti gli aggettivi per descrivere il mestiere di autista di taxi. Una professione senza dubbio affascinante, ma subordinata a severi requisiti professionali e al possesso di un cospicuo capitale iniziale. Se questi ostacoli non vi spaventano, scoprite allora come diventare tassista.

Requisiti per diventare tassista

Per diventare tassista è necessario innanzitutto possedere i requisiti di base elencati qui di seguito:

  • 21 anni compiuti;
  • cittadinanza italiana o di altro stato della UE;
  • obbligo scolastico assolto;
  • assenza di carichi pendenti;
  • residenza nel comune dove si intende esercitare la professione o in altro distante non più di 50 Km;
  • assenza di altra autorizzazione o concessione amministrativa e non svolgimento di altra attività professionale.

Oltre a queste caratteristiche bisogna inoltre possedere la patente B - o altra superiore - e sostenere un esame per conseguire il Certificato di Abilitazione Professionale (CAP) e un test della Regione per potersi iscrivere al ruolo di conducente per il servizio pubblico non di linea. Se tutte queste prove vanno a buon fine, l'ultimo (e più difficile) step è ottenere la licenza per esercitare la professione di tassista.

Il CAP: cos'è e come conseguirlo

Il Certificato di Abilitazione Professionale (CAP) - anche detto Carta di Qualificazione del Conducente (C.Q.C.) - è una specie di 'super patente' che consiste in un'abilitazione professionale di tipo KC e KD. Tale certificato è rilasciato dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti previa la frequenza di un corso e il superamento di un esame di idoneità. I corsi sono organizzati da autoscuole e consorzi di autoscuole e da altri soggetti autorizzati dallo stesso Ministero delle infrastrutture e dei trasporti. L'esame può essere sostenuto anche da privatisti - con costi molto inferiori - presso la Motorizzazione Civile. Tuttavia, data la complessità delle materie - nozioni tecniche, codice della strada, sicurezza - una formazione qualificata è senza dubbio avvantaggiante. Il possesso del CAP va quindi rinnovato con specifici corsi di aggiornamento e la verifica del mantenuto possesso dei requisiti fisici, anagrafici e legali.

L'iscrizione al ruolo di conducente per il servizio pubblico

Per potersi iscrivere al ruolo di conducente per il servizio pubblico è necessario sostenere con esito positivo un test predisposto dalle singole regioni. Tale esame prevede una prova orale e una scritta in cui è accertata la conoscenza della geografia regionale, delle normative regionali e comunali e, infine, della toponomastica locale e dei percorsi più brevi e/o veloci.

La licenza per esercitare la professione

La licenza rappresenta il vero grande scoglio per esercitare la professione. La via ufficiale prevede che i comuni ne bandiscano un certo numero tramite concorso, tuttavia il mercato è saturo e, di conseguenza, tali concorsi sono molto rari. Un'alternativa - che oggi è anche la strada più battuta - è allora quella di comprarla da un altro tassista. In questo caso però è necessario possedere un capitale non indifferente, perché i costi variano da 25 mila euro per i piccoli comuni a oltre 200 mila per i grandi centri e le città turistiche (come per esempio Firenze).

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019