Excite

Come lavorare da pensionati

L'aumento della vita media per uomini e donne pone il lavoratore in quiescenza di fronte all'esigenza di trovare un lavoro: a volte per necessità economica a volte per il desiderio di sentirsi ancora produttivo. In tempi di crisi in cui il lavoro scarseggia reimpiegarsi dopo il pensionamento non è facile ma nemmeno impossibile: tenuto conto delle nuove esigenze che subentrano nell'età anziana e perseguendo un'ottica di flessibilità possono essere trovate delle possibilità lavorative. Ecco alcune indicazioni per come lavorare da pensionati.

Quali possibilità di reimpiego

Appena entrati in quiescenza sarebbe opportuno non perdere i contatti con i colleghi dell'impresa o dell'ente di cui si è stati dipendenti. Il primo consiglio è continuare a frequentarli partecipando alle iniziative promosse, alle feste organizzate e alle cene che periodicamente vengono programmate per le varie occasioni.

Questo contatto è molto importante perché gli ex colleghi possono essere i primi segnalatori di necessità anche momentanea dell'azienda che potrebbe aver bisogno di lavoratori con esperienza anche per un breve periodo: chi meglio di coloro che hanno lavorato molti anni e che l'azienda stessa ha formato?

Oltre alle mansioni specifiche da espletare in azienda è opportuno far sapere ai colleghi che si è disponibili anche per altri tipi di lavoro di cui potrebbero venire a conoscenza al di fuori della realtà aziendale: le informazioni che possono arrivare potrebbero essere risolutive.

Se si è dei contabili e si sa usare il PC ci si può proporre a studi commercialisti come aiuto per adempimenti fiscali e libri contabili: sono molti gli studi che scelgono pensionati per questa tipologia di mansioni.

Ma se il lavoro della vita è stato di altro genere si può pensare a una attività in proprio o presso cooperative, come ad esempio nel caso del lavoro infermieristico. Se si sceglie il lavoro autonomo si darà assistenza domiciliare e si somministreranno le terapie prescritte dai medici, nel caso delle cooperative sono molte quelle che cercano personale in pensione da assumere.

Si è particolarmente predisposti ai rapporti interpersonali e le caratteritiche che connotano l'individuo sono un modo affabile e la socievolezza? Ci si può proporre presso Assicurazioni per una collaborazione.

Molte aziende cercano promoters che, non necessariamente devono essere giovani: la simpatia e la cordialità in questi casi sono le carte vincenti. Il compito sarà proporre i vari prodotti nei Centri Commerciali, alle fiere, nelle stazioni e in tutti i punti di maggiore affluenza di potenziali clienti sensibilizzando il pubblico nei confronti del prodotto offerto.

Oltre alla commercializzazione dei prodotti il promoter può occuparsi anche della promozione del turismo che in ambito culturale: se si possiede la conoscenza delle lingue potrebbe essere ancora più facile. I canali per trovare questa tipologia di impiego sono principalmente le Agenzie ma anche i motori di ricerca.

Chi non ha particolari formazioni può sempre proporsi come tuttofare: le aziende possono aver bisogno di un custode o qualche privato può essere alla ricerca di un giardiniere o di chi è in grado di eseguire piccoli lavori di manutenzione. Anche in questo caso l'ausilio di Internet sarà fondamentale ma anche la ricerca sui quotidiani locali eventualmente anche pubblicando un annuncio gratuito o a pagamento.

Infine, come lavorare da pensionati, se si è in possesso della patente B, può essere fatto proponendosi come autista per la consegna di piccoli pacchi, in questo caso gli interlocutori saranno piccole aziende o anche privati a cui si farà pervenire la nostra disponibilità con una lettera (se azienda) o stampando bigliettini da visita che si faranno pervenire ai condomini ma anche affiggendoli in bacheche pubbliche se privati.

Ancora un importante interlocutore

Alla fine di questo excursus non devono essere dimenticate le Agenzie per il Lavoro. Come lavorare da pensionati passa anche attraverso queste imprese private autorizzate che organizzano anche lavori a chiamata o intermittenti.

L'età non è un deterrente e nemmeno la posizione di pensionato: infatti secondo il D. Lgs. 273/03 può usufruire del lavoro intermittente o a chiamata anche chi ha più di 45 anni e chi è in pensione.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018