Excite

Come lavorare in Feltrinelli

  • lafeltrinelli.it
  • promo-franchising.it

Lavorare in libreria è un sogno condiviso da molti appassionati di libri. L'idea di passare tutta la giornata tra gli autori e i volumi che hanno letteramente scritto la storia della letteratura italiana e internazionale è infatti molto accattivante anche se, ovviamente, l'attività comprende molte mansioni, tra cui alcune che con la cultura non hanno niente a che fare. Ma se non spaventa l'idea di gestire clienti dalle richieste bislacche, l'impegno nei weekend e nelle feste e montagne di libri da spostare e riordinare, ecco come trovare lavoro in Feltrinelli.


Feltrinelli, un pilastro dell'editoria italiana
Quella che oggi è comunemente intesa come una libreria è in realtà una storica case editrice italiana. La Giangiacomo Feltrinelli Editore nasce infatti a Milano alla fine del 1954 con l'intento di "cambiare il mondo con i libri, combattere le ingiustizie con i libri", come dichiarato dal suo stesso fondatore. Obiettivo perseguito con la pubblicazione di autori e titoli che spesso hanno creato scalpore e scosso le coscienze di molti. Una linea editoriale che la distingue ancora oggi e a fianco della quale è sorto un circuito di librerie sempre fornite e apprezzate dal pubblico. In base ai prodotti venduti e alla loro collocazione, esse si dividono in:

  • La Feltrinelli librerie (L) - punti vendita tradizionali
  • La Feltrinelli Libri e Musica (LM) - punti vendita dove accanto ai libri è possibile trovare dischi, dvd e videogiochi
  • La Feltrinelli International (LI) - punti vendita specializzati in libri nelle principali lingue straniere e materiali per l'apprendimento delle lingue
  • La Feltrinelli Village (V) - punti vendita nei centri commerciali
  • La Feltrinelli Express (E) - punti vendita in stazioni e aeroporti


Addetti alle vendite e non solo: chi cerca Feltrinelli
Nell'immaginario collettivo, lavorare in Feltrinelli significa rivestire il ruolo di addetto vendite (o addetto cassa o magazzino) in una delle oltre 100 librerie sparse su tutto il territorio nazionale. E data la crisi dell'editoria italiana, è fondamentalmente vero, anche se non mancano opportunità negli uffici centralidi Milano. In linea di massima, comunque, i profili ricercati dal gruppo spaziano da ruoli di tipo amministrativo, ad altri di tipo commerciale e promozionale, ad altri ancora nel settore del marketing, legale e della comunicazione. Tutti sono suddivisi per sede lavorativa e per consultare le posizioni disponibili in una data regione e città è necessario andare sul sito ufficiale del gruppo alla pagina lafeltrinelli.easycruit.com/index.html.


Candidature: recruiting online e nei punti vendita
Per candidarsi in Feltrinelli è possibile usufruire del form di recruiting del sito ufficiale oppure monitorare i vari portali dedicati alle offerte di lavoro e rispondere alle singole opportunità offerte: solitamente l'azienda si appoggia a Monster, JobRapido, Catapulta e CercaLavoro. Nel primo caso, però, oltre a rispondere a una ricerca specifica è anche permesso inoltrare spontaneamente un cv, specificando l'area di interesse e la zona di lavoro desiderata. Che ci si candidi a una ricerca in corso o che si 'tenti la sorte', è comunque sempre richiesta l'iscrizione al portale e la trasmissione di alcuni dati privati. Una terza strada anche battuta dai candidati è quella di presentarsi direttamente in un punto vendita e lasciare il proprio cv: in questo caso ovviamente si è tenuti in considerazione per posizioni lavorative in negozio (di solito proprio quello della candidatura), ma questo non toglie che si tratti di una buona strategia. Per iniziare e farsi conoscere oppure per racimolare qualche spicciolo, il periodo migliore è settembre/ottobre, quando inizia il recruiting per la stagione natalizia.


Selezioni, assunzioni e parere dei dipendenti: cose da sapere
Tra gli internauti circola una credenza: per essere assunti in Feltrinelli (almeno in libreria) conoscere qualcuno che già ci lavora è un 'plus' da non sottovalutare. Tuttavia non è una certezza ed esistono anche diversi casi di persone selezionate senza alcuna segnalazione di sorta. E' una certezza invece che durante il colloquio siano testate le conoscenze letterarie dei candidati. Come dichiarato un po' di tempo fa a Repubblica da Angelo Donato - direttore delle Risorse Umane del Gruppo - questi hanno preferenzialmente un'età compresa tra i 25 e i 35 anni, un'istruzione medio alta e sono inseriti di solito con contratti a tempo indeterminato part- time o full-time. I contratti a tempo determinato sono invece utilizzati in caso di sostituzioni maternità e per periodi di picco lavorativo. Un quadro tutto sommato positivo, che però viene messo in discussione da diversi dipendenti dei negozi che nei forum lamentano turni di lavoro massacranti, scarsa organizzazione, mancanza di indennità festive, di buoni acquisto (è invece previsto uno sconto del 20% sugli articoli con Iva e del 30% su quelli senza) e di ticket.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017