Excite

Come prendersi un anno sabbatico

L'anno sabbatico, o gap year, è una prassi molto diffusa all'estero, dove è vista come una grande opportunità di crescita e formazione, tanto personali che professionali. In Italia, manco a dirlo, stenta ad affermarsi, un po' perché aziende e datori di lavoro sono poco elastici al proposito e tendono a dissuadere in vari modi i dipendenti dal farlo e un po' perché i lavoratori stessi non ne conoscono esattamente modalità di richiesta e funzionamento. Ecco allora una breve guida su come prendersi un anno sabbatico e dare una svolta alla propria vita.

Che cos'è l'anno sabbatico: come funziona e come farne richiesta

L'anno sabbatico è una sospensione volontaria e temporanea dal lavoro per dedicarsi a un progetto personale, di natura formativa o professionale. In questo lasso di tempo, infatti, si può scegliere di viaggiare per imparare nuove lingue e fare esperienza, aggiornarsi nel proprio settore, mettere in piedi un'attività o, semplicemente, cambiare strada rispetto a quella intrapresa anni addietro, vuoi per poca maturità e conoscenza della realtà, vuoi per un necessario compromesso.

A livello normativo l'anno sabbatico è un diritto tutelato dalla Legge 53/2000, proposta dall'allora Ministro Livia Turco, che nell'ambito di "un equilibrio tra tempi di lavoro, di cura, di formazione e di relazione", prevede "l'istituzione del congedo per la formazione continua e l'estensione dei congedi per la formazione". Un'occasione, dunque, per dedicarsi a un progetto cullato da tempo che, però, non contempla alcun tipo di sostegno economico: durante l'anno sabbatico, infatti, la retribuzione è sospesa, così come il versamento dei contributi pensionistici da parte dell'azienda. Chi sceglie di affrontare questa avventura deve pertanto poter contare su un po' di risparmi oppure - ma si tratta di un'opzione che vale solo per i dipendenti che hanno maturato 8 anni di anzianità presso il medesimo datore di lavoro - intaccare il proprio TFR e chiedere un anticipo. In taluni casi, se si decide di fare un anno sabbatico per seguire un corso formativo finanziato con fondi delle Regioni, è possibile ottenere dei rimborsi che possono anche arrivare a 1.200 euro/mese. Tuttavia è una circostanza che varia da statuto regionale a statuto regionale. Infine, lo Stato in un certo modo supporta la scelta dell'anno sabbatico permettendo alle piccole aziende che lo concedono di assumere un nuovo dipendente senza l'onere del versamento dei contributi.

Ma come chiedere e prendersi un anno sabbatico, in pratica? Fermo restando che la durata massima di questa esperienza è stabilita per legge in 11 mesi, che al termine è garantito il reinserimento al lavoro e che può fruirne solo chi ha maturato almeno 5 anni di anzianità, l'azienda può riservarsi di bocciare, posticipare o accettare in parte la richiesta del dipendente. In linea generale, comunque, per fare richiesta dell'anno sabbatico è necessario inoltrare all'Ufficio del Personale o a chi ne fa le veci, nei tempi e nei modi previsti dal CCNL di riferimento, una domanda dove siano spiegate chiaramente le motivazioni, i contenuti e i vantaggi (per dipendente e datore di lavoro) dello stesso. Dunque è necessario presentare una specie di business plan molto accurato e professionale, anche se nel caso in cui la vera intenzione sia quella di mettere in piedi una propria attività è meglio soprassedere e puntare invece su aspetti che possano interessare il datore di lavoro...

Come far fruttare al meglio l'anno sabbatico

Capire come prendersi un anno sabbatico è un passo importante, ma ciò che davvero conta è organizzare al meglio l'esperienza che ci si accinge a compiere. Il business plan da presentare in azienda è dunque fondamentale sia per ottenere il 'sì' tanto desiderato che per pianificare con successo gli 11 mesi di 'libertà' a disposizione. E' quindi necessario studiare nei minimi dettagli il proprio progetto, prendendo contatto con ambasciate e consolati se si ha intenzione di fare un'esperienza all'estero, valutando e pre-iscrivendosi per tempo a eventuali corsi di formazione, iniziando a stringere contatti e a informarsi su aspetti realizzativi e burocratici qualora l'idea sia quella di avviare un'attività. Per farsi ispirare, raccogliere idee e trovare informazioni utili, il consiglio è allora quello di visitare i siti 'specializzati in anni sabbatici' yearoutgroup.org, gapyear.com e gapyear.it.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017