Excite

Come prepararsi al concorso per vigile urbano

L'Agente di Polizia Municipale svolge un ruolo a 360° che non prevede solo l'attività sanzionatoria ma anche di Pubblica Sicurezza, Tutela Ambientale, Polizia Edilizia e di Tutela a chi vive in condizioni di emarginazione. Alle dipendenze del Sindaco queste figure accedono al ruolo mediante concorso pubblico per esami indetto dal Comune attraverso un bando. Il come prepararsi al concorso per vigile urbano, perseguendo una preparazione mirata, è fondamentale per vincerlo diventando così una figura di riferimento e di aiuto per i cittadini.

Prepararsi al concorso

Si tratta di un concorso pubblico per soli esami per la copertura di posti a tempo indeterminato. La prima cosa da fare per prepararsi al concorso è procurarsi il bando del Comune per il quale si vuole concorrere.

Verificati i titoli e accertato di possederli si deve esaminare attentamente la tipologia di prove richieste, le materie di studio e il grado di approfondimento necessario.Il ruolo che si andrà a ricoprire vincendo il concorso è quello di Agente Municipale di categoria C1 e il titolo richiesto è il diploma di scuola media superiore.

Molti comuni richiedono anche il possesso della patente A e B, solo B se conseguita prima del 26 Aprile 1988 perché questa abilitava, oltre che alla guida dell'auto, anche alla guida di qualsiasi moto in Italia. Inoltre l'età minima richiesta è 18 anni.

  • La preparazione alla prova preselettiva

Quando il numero dei candidati al concorso supera una certa soglia, e la supera quasi sempre perché si tratta di un concorso con una vasta affluenza, avviene una prova preselettiva che può essere un test o una serie di domande a risposta multipla sulle materie d'esame.

Il consiglio è arrivare alla prova preselettiva con la preparazione già terminata e approfondita: può essere considerato il primo step verso la conquista della divisa.Se gli argomenti riguardano la cultura generale questa non è da sottovalutare. Come prepararsi al concorso per vigile urbano parte proprio dalla preselezione:è già accaduto che non siano stati coperti posti per non aver raggiunto le votazioni minime richieste.

Prepararsi in cultura generale vuol dire aver l'abitudine di seguire quotidianamente i fatti di sport, politica, innovazioni scientifiche ma anche storia, educazione civica e altre discipline.Il punteggio che si ottiene a questa prova non concorre alla graduatoria finale ma a quella per poter accedere al concorso secondo il numero stabilito di partecipanti.

  • La preparazione alle prove del concorso

Il programma di studio è molto impegnativo e prevede un certo periodo di studio intenso: quanto e in quale modo organizzarsi dipende dalle caratteristiche del singolo ma anche dal fatto che abbia terminato gli studi da molto o da poco tempo.

Alla prova scritta (come alla prova orale) viene richiesta la normativa degli enti locali, le nozioni di Diritto Amministrativo, Diritto e Procedura Penale, Legislazione Edilizia, Codice della strada, Legislazione in materia di Commercio e quanto altro espresso nel bando.

La preparazione potrà essere effettuata, con largo anticipo, su testi di giurisprudenza: esistono anche dei compendi molto ben fatti che possono dare una mano. Oltre ai compendi sono reperibili, presso le librerie, edizioni per prove concorsuali con teoria ed esercizi. Si tratta di manuali specializzati che trattano gli argomenti delle prove d'esame.I testi per una preparazione approfondita possono essere cercati anche presso le librerie delle specifiche facoltà universitarie: in questo caso giurisprudenza.

Durante la prova scritta a volte è permesso consultare i testi di legge: non bisogna fare l'errore di portare quelli commentati perché ne sarebbe vietato l'uso.La preparazione alla prova orale è la stessa della scritta essendo medesime le materie.

  • Prova pratica

Questa prova richiede la conoscenza dei provvedimenti amministrativi: in genere risulta una prova difficile che consiste nello stilare un verbale di accertamento di violazione su una delle materie oggetto di esame. Qui bisogna sapere a chi deve essere indirizzato il verbale, qual è la norma che è stata infranta e l'abuso compiuto.

Le normative sono da studiare in maniera approfondita sui testi sopra menzionati ricordando che tutta la parte amministrativa è molto importante.

Contemporaneamente alla preparazione da effettuare sui libri possono essere utili alcuni siti:

  • Mininterno.net concorsi
  • Polizia Municipale.it (alla voce Concorsi)

Esperienza diretta

Come prepararsi al concorso per vigile urbano richiede tempo e organizzazione quindi bisogna iniziare pianificando i momenti di studio per arrivare il giorno del concorso con una preparazione approfondita. Se si ha solo la patente B per le auto è consigliabile conseguire anche quella A: potrebbe essere un titolo preferenziale nei confronti di chi non la possiede davanti alla commissione che giudicherà.

Resta importante partecipare a quanti più concorsi è possibile anche se lontani da casa: l'esperienza diretta sui temi d'esame rimane una delle esperienze più utili ai fini della preparazione.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019