Excite

Come prepararsi a un concorso dell'Agenzia delle Entrate

Negli ultimi anni l'Agenzia delle Entrate è stato l'ente pubblico più attivo dal punto di vista delle assunzioni, proponendo numerose selezioni pubbliche. Certo gli argomenti delle prove d'esame sono molteplici e anche molto complessi, ma perdere simili occasioni è imperdonabile. Per non farvi trovare impreparati al prossimo bando, ecco allora alcuni consigli utili su come prepararsi a un concorso dell'Agenzia delle Entrate.

    agenziaentrate.gov.it

Concorso Agenzia delle Entrate: prove e materie

Per prepararsi al meglio a un concorso bandito dalla Agenzie delle Entrate la prima cosa da fare è informarsi sulla tipologia di prove stabilita per la specifica selezione. In generale infatti i bandi di questo ente pubblico prevedono:

  • prova oggettiva tecnico-professionale;
  • prova oggettiva attitudinale;
  • prova di verifica dei requisiti e delle attitudini professionali;
  • prova orale;
  • tirocinio pratico-teorico;

organizzati e 'composti' in modo diverso a seconda del profilo professionale ricercato. Per esempio, per la selezione di assistenti da destinare ai Centri Operativi e ai Centri di Assistenza Multicanale il concorso di solito prevede una prova oggettiva attitudinale e una prova orale, mentre per la selezione di funzionari per attività amministrativo-tributaria è richiesto di affrontare una prova oggettiva tecnico-professionale, una prova oggettiva attitudinale e un tirocinio teorico-pratico integrato da una prova finale orale. Le informazioni specifiche sono dettagliate sui singoli bandi, che si possono trovare sul sito agenziaentrate.gov.it, sezione 'Agenzia', alla voce 'Concorsi pubblici'.

Scoperta la strutturazione del concorso, le materie d'esame solitamente vertono su diritto tributario, diritto civile e commerciale, diritto amministrativo, diritto penale, contabilità aziendale, organizzazione e gestione aziendale, scienza delle finanze, elementi di statistica e su una serie di quesiti a risposta multipla per quanto concerne la prova oggettiva tecnico-attitudinale, mentre nel caso della prova oggettiva attitudinale sono previsti solo i test. All'orale l'approfondimento dei temi della prova oggettiva tecnico-attitudinale (e/o del tirocinio) è obbligatorio solo in talune circostanze ed è invece sempre contemplata una valutazione delle conoscenze linguistiche e informatiche. Infine, nel caso dei dirigenti, la selezione è (solitamente) riservata a persone che operano da lungo tempo nella PA e che sono pertanto chiamate a rispondere a quesiti propri dell'attività professionale svolta. Ma come prepararsi a un concorso dell'Agenzia delle Entrate in pratica?

Come e dove studiare: cose da sapere e materiale utile

Oltre allo studio vero e proprio delle materie, per superare questo tipo di selezioni è molto importante impratichirsi sulle domande e sui quiz (di solito a risposta multipla) proposti come prova d'esame. A tal scopo allora può essere utile reperire i test utilizzati per precedenti edizioni del concorso: in rete esistono molti siti che offrono questo servizio, come per esempio concorsimagazine.it (nel forum) e riqualificazione.formez.it (nell'apposita sezione dedicata ai test online). Per quanto riguarda lo studio della teoria, invece, le strade per affrontarlo possono essere due: utilizzare i vari codici istituzionali oppure servirsi dei pratici (soprattutto per chi ha poco tempo) manuali ad hoc che vengono editi aggiornati in occasione dei vari concorsi dal Gruppo Editoriale Simone e da Alpha Test. Questi libri oltre a fornire una selezione mirata degli argomenti delle prove d'esame sono anche molto utili in merito ad altri aspetti su come prepararsi a un concorso per l'Agenzia delle Entrate, in quanto offrono un vademecum per presentare correttamente la domanda di ammissione e affrontare tutto il ciclo di selezione.

Per approfondire l'argomento si consiglia anche di consultare la guida 'Concorsi Pubblici, come prepararsi'.

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017