Excite

Come trovare lavoro a Berlino e in Germania

A partire dagli anni '50, Berlino e la Germania tutta sono diventate una delle mete più ambite per i migranti in cerca di lavoro: una produzione industriale in crescita costante e un'economia solida hanno trasformato la terra tedesca in un miraggio di benessere per tanti lavoratori costretti a fare i conti con la disoccupazione. Ancora oggi è così ma, di pari passo con una domanda in vertiginoso aumento e con un'offerta sempre più mirata a professionalità precise, le difficoltà e gli ostacoli per aggiudicarsi un impiego si sono moltiplicati. Ecco allora alcuni consigli utili su come trovare lavoro a Berlino e, più in generale, in Germania.

    K. Weise-Wikipedia.org

Lavorare in Germania: sprechen sie Deutsch?

Chi vuole trasferirsi in Germania, viverci e lavorarci deve partire da un presupposto tanto banale quanto incontrovertibile: conoscere la lingua locale a un livello medio alto e/o parlare un ottimo inglese. Il tedesco resta infatti la base per trattare con i padroni di casa, capire e farsi capire negli uffici pubblici per sbrigare la burocrazia di un trasferimento e cercare, trovare e mantenere un lavoro 'non specialistico', per esempio come cameriere o commessa. Ma attenzione, anche così l'iter non è semplicissimo: in Germania infatti la manodopera è altamente qualificata e per svolgere mansioni che in Italia non richiedono studi specifici è necessario, al contrario, avere frequentato una scuola professionale privata della durata di 3 anni chiamata Ausbildung. Prima di partire, dunque, è bene informarsi sui ruoli nei quali c'è la possibilità di lavorare senza avere un'apposita formazione.

Per chi invece può contare su una professionalità acquisita in un settore 'specialistico' (nel ramo dell'informatica, della tecnologia, del design, della comunicazione, della finanza, per citarne qualcuno), la strada invece è un po' più semplice: le aziende che cercano questi profili, infatti, di solito sono realtà internazionali dove la lingua 'ufficiale' è l'inglese. Certo, masticare un po' di tedesco è comunque utile, ma almeno da un punto di vista lavorativo non è fondamentale.

Chi infine proprio non parla una parola, può sperare di essere assunto come personale non qualificato nella ristorazione, bassa manovalanza, volantinatore o riciclarsi come insegnante di italiano in proprio o presso scuole private, ma allo stesso tempo, per migliorare la propria condizione, deve studiare la lingua. Impresa che si rivela tutt'altro che facile se si considera che, mediamente, gli orari nelle gelaterie, per esempio, sono di 50/60 ore settimanali: un impegno che lascia ben poco spazio al tempo per seguire un corso di tedesco. Un po' meglio va nei locali italiani o gestiti da italiani, ma in questo caso il rischio è quello di sedersi e di non trovare gli stimoli per studiare, dal momento che la comunicazione non è un problema.

Fatto il punto sulla questione della lingua e sulla tipologia di occupazioni che è possibile trovare in base alla sua maggiore o minore conoscenza, il passo successivo è 'come' trovare lavoro, a Berlino così come nel resto della Germania.

    Jwnabd-Wikipedia.org

I canali per trovare lavoro in Germania

Per i professionisti che puntano a tasferirsi in Germania per accrescere le proprie competenze professionali e/o dare una svolta alla propria carriera, la strada da percorrere è quella dei motori di ricerca internazionali, come per esempio monster.de, stepstone.de, jobrapido.de, careerjet.de, creative-city-berlin.de (specializzato in audio, video e grafica), un elenco completo dei quali è consultabile su arbeitsagentur.de. In questo caso, dunque, il consiglio è quello di trovare il lavoro prima di partire.

Per chi invece sceglie o si trova nella condizione di trasferirsi senza avere un lavoro, a Berlino, come in tutta la Germania, due servizi che funzionano molto bene sono il collocamento pubblico (centri per l'impiego, arbeitsämter, il cui sito ufficiale è arbeitsagentur.de) e il collocamento privato (agenzie per il lavoro, arbeitsvermittlung). In alternativa è possibile trovare buone offerte su giornali e riviste a tiratura nazionale e/o locale (Die Welt, Süddeutche Zeitung, Allemeine Zeitung e il cittadino Berliner Zeitung, per fare qualche esempio) oppure su siti internet specifici come jobsabroad.com (per chi non parla tedesco), studentenwerk-berlin.de, schuelerjob.de e jobs-fuer-studenten.de (per gli studenti), job-suche.de, jobkurier.de, job-cafe.de (per tutti).

Tra i diversi modi su come trovare lavoro a Berlino, uno consigliato dai connazionali che già ci vivono, infine, è quello di fare il 'porta a porta'. Definizione con cui non si intende, come in Italia, un'attività di vendita, ma una ricerca di lavoro che consiste nel presentarsi di persona - con curriculum e/o portfolio, a seconda del ruolo per il quale ci si propone - presso aziende, imprese e via dicendo.

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017