Excite

Come trasferirsi e trovare lavoro in Venezuela

Mollare tutto - un lavoro deprimente, una città grigia e una vita che non dà più stimoli - e andarsene ai Caraibi per aprire un 'bar di cocchi' sulla spiaggia: chi non ha mai sognato di dare una simile svolta alla sua vita? Per quanto la realtà sia ovviamente differente, l'America centrale offre senza dubbio diverse opportunità in tale senso: ecco allora alcuni consigli su come trasferirsi e trovare lavoro in Venezuela.

    Image courtesy of Witthaya Phonsawat/FreeDigitalPhotos.net

Vivere e lavorare in Venezuela: la burocrazia da conoscere

I cittadini italiani possono entrare in Venezuela e soggiornarvi fino a un massimo di 90 giorni per motivi turistici, con un passaporto con una validità residua superiore ai 6 mesi: se detta validità infatti è al limite, è possibile incontrare difficoltà alla dogana. Diversamente, se le ragioni del viaggio sono di lavoro, sono anche necessari:

  • due fototessere 4x4 cm,
  • certificato penale e dei carichi pendenti della Procura della Repubblica postillato per il Venezuela;
  • certificato di residenza (rilasciato dal Comune);
  • estratto conto bancario che dimostri di possedere fondi necessari per affrontare il viaggio;
  • copia del biglietto aereo;
  • certificato medico di sana e robusta costituzione

che a seconda dell'attività che si intende svolgere (lavoro alle dipendenze o investimento imprenditoriale) vanno integrati con:

  • lettera di 'impegno' di un'azienda locale, con indicazione del tipo di lavoro offerto e della paga prevista (Visto Transeunte Laboral - valido un anno, con multiple entrate nel Paese, possibilità di permanenza fino a 12 mesi consecutivi e rinnovabile);
  • certificato di iscrizione dell'impresa alla Camera di Commercio e certificato della Siex riguardante l'investimento effettuato (Visto Transeunte Inversionista - valido tre anni, con multiple entrate nel Paese senza limite di permanenza, prorogabile per 24 mesi e quindi commutabile in visto per risiedere in modo definitivo in Venezuela).

Definite le pratiche burocratiche necessarie a essere in regola con le leggi del Paese, ecco come materialmente trovare lavoro in Venezuela.

    Image courtesy of Meawpong3405/FreeDigitalPhotos.net

Trovare lavoro in Venezuela: alcuni suggerimenti

Come trovare lavoro in Venezuela? Per rispondere a questa domanda può essere utile leggere l'esperienza di Guido Rabà su nuke.mollotutto.com. Imprenditore edile toscano, dopo diversi viaggi nei Caraibi Rabà ha deciso di aprire a Isla Margarita una propria attività turistica e contattandolo tramite il sito italcaribeclub.com è possibile chiedergli informazioni utili ai fini di un trasferimento (ovviamente partendo già da un'idea precisa e da un progetto mediamente strutturato). Rabà 'sconsiglia' il lavoro dipendente, invitando invece a prendere in considerazione il Venezuela nel caso si disponga di una cifra da investire e/o di una rendita fissa (pensione, affitto, fondi o altro).

In ogni caso, per decidere se è una scelta di vita che fa davvero al caso proprio, da Rabà agli altri connazionali che hanno 'fatto il salto', tutti invitano a trascorre prima in Venezuela un periodo di vacanza e magari, perché no, a iniziare a 'lavoricchiare' per stringere conoscenze e rapporti che possono tornare utili in seguito.

In tal senso, allora, internet come sempre si rivela una risorsa: i portali bumeran.com.ve, opcionempleo.com.ve e computrabajo.com.ve, infatti, offrono diverse opportunità di impiego, non solo in località turistiche e non solo per lavori nel settore, offrendo dunque un 'gancio' anche a chi parte da esperienze diverse.

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017