Excite

Come trovare offerte di lavoro in Irlanda e trasferirsi

Nonostante la grave crisi economica che l'ha interessata negli ultimi anni, l'Irlanda continua a essere gettonatissima tra chi sogna di lasciare l'Italia e costruirsi una vita al di fuori dei confini nazionali. Saranno il suo cielo mobile e poetico, i suoi prati verdi tutto l'anno o la gente ospitale e alla mano, ma quest'isola dell'Oceano Atlantico conta una una numerosa colonia di italiani. Se state pensando che vorreste farne parte, ecco allora una breve guida su come trovare offerte di lavoro in Irlanda e trasferirvi definitivamente (o quasi).

Vivere in Irlanda

La Repubblica d'Irlanda è uno stato membro dell'Unione Europea e, come tale, chi arriva dall'Italia può entrarvi, soggiornarvi ed eventualmente lavorarvi senza alcuna particolare restrizione. Superati i tre mesi di permanenza, tuttavia, è necessario regolarizzare la propria posizione facendo richiesta presso una stazione di polizia o il Department of Justice di Dublino della carta di soggiorno. Per ottenerla è necessario presentarsi con un documento di identità in corso di validità e quattro fototessere e compilare un apposito modulo. Inoltre, chi decide di lavorare in Irlanda - anche solo come stagionale - deve farsi rilasciare il Personal Public Service Number (PPS) da uno degli uffici del Social Welfare. Il PPS è l'equivalente del Codice Fiscale italiano e per ottenerlo basta presentare il solito documento d'identità con un'altra carta che attesti la residenza temporanea sul suolo irlandese (per esempio il contratto di affitto di un appartamento o di una camera di albergo oppure un'utenza intestata). Per questioni burocratiche - legate principalmente alla posizione nei confronti dello Stato italiano - chi ha intenzione di trasferire la propria residenza fuori dei confini nazionali per più di un anno ha altresì l'obbligo di iscriversi all'Aire (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero).

Per quanto riguarda l'Irlanda del Nord, essa fa invece parte del Regno Unito, ma anche in questo caso non esistono particolari restrizioni per gli italiani che decidono di viverci e lavorarci. La normativa vigente è quella degli stati anglosassoni, che stabilisce di possedere un documento di identità in corso di validità per lavorare e, successivamente, di fare richiesta del National Insurance Number al Department of Social Security – Benefit Agency (che si ottiene con un documento d'identità, una lettera di certificazione del datore di lavoro e un paio di buste paga) per poter accedere a numerosi servizi.

Per maggiori informazioni sulla burocrazia relativa a come trasferirsi, come trovare offerte di lavoro in Irlanda e come stabilizzare la propria posizione, si consiglia di visitare il sito irlandando.it.

Lavorare in Irlanda

Le linee di pensiero su come trovare offerte di lavoro in Irlanda sono due e completamente differenti. C'è chi sostiene che è meglio cercare dall'Italia e trasferirsi solo dopo aver trovato un'occupazione e chi invece ritiene che sia meglio rispondere a eventuali annunci quando si è già cittadini irlandesi, in modo da poter sostenere i colloqui in breve tempo e con maggiore facilità. A seconda della vostra scelta, potete rivolgervi ai Centri Informagiovani del Comune (inseriti in una rete per offerte di lavoro internazionali) oppure fare riferimento ai motori di ricerca lavoro istituzionali dell'Eire, come fas.ie, nrf.ie e forfas.ie. Altri siti utili sono: irishjobs.ie, recruitireland.com e findajob.ie. In Irlanda funzionano bene anche le agenzie interinali e le cosiddette agenzie per lavoratori multilingue, specializzate in profili per call center internazionali operanti in diversi settori (www.1-800people.com e www.careers-register.ie sono i siti di due delle più note, con sede a Dublino). Da non sottovalutare, infine, la pagina degli annunci dei principali giornali nazionali e locali e della Free Press e le testate di settore Recruitment e Job News, in edicola rispettivamente il giovedì e il mercoledì.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017