Excite

Concorso per farmacisti: è boom di domande

Il decreto "Salva Italia" del 24 gennaio 2012 ha introdotto una serie di liberalizzazioni volte ad aumentare la competitività in diversi comparti della nostra economia. Uno dei settori coinvolti che ha subito maggiori cambiamenti è stato quello farmaceutico. Attualmente quasi tutte le regioni del belpaese hanno disposto un bando di concorso per nuovi farmacisti.

Boom di domande per la partecipazione al concorso

Il concorso per gli aspiranti farmacisti ha riscosso un successo enorme, ben oltre qualsiasi aspettativa. In tutte le regioni dove è stato pubblicato il bando, il numero di domande pervenute è stato di gran lunga superiore rispetto al numero di nuove licenze disponibili. Basti pensare che nel solo Friuli Venezia Giulia sono pervenute 640 domande di partecipazione a fronte di una disponibilità di 49 nuove sedi previste in tutta la regione.

Il termine ultimo di presentazione delle domande è scaduto lo scorso primo marzo. Ora la palla passa alle commissioni regionali che avranno il compito di esaminare tutte le richieste pervenute per poi selezionare i candidati in possesso dei requisiti idonei in modo da sottoporli alla valutazione da parte della giunta.

Nonostante l'elevato interesse dimostrato verso l'iniziativa, il concorso non ha mancato di suscitare polemiche e perplessità. Le associazioni di categoria hanno subito mostrato il loro dissenso verso un'iniziativa che reputano inutile e soprattutto dannosa.

Il presidente di Federfarma Fvg, Alessandro Fumaneri, ha sottolineato più volte che il decreto che darà vita alla nascita delle nuove farmacie è nato con l'intento di provvedere alla copertura di quei territori dove erano ravvisate situazioni di carenza, non certo con lo scopo di aumentare il numero complessivo di farmacie su tutto il territorio nazionale.

Illusione o vera opportunità?

Alla luce delle dichiarazioni delle associazioni di categoria e di coloro che già operano nel settore, il prossimo concorso per farmacisti non farà altro che peggiorare la situazione andando ad aumentare la concorrenza in un settore già fortemente provato dalla crisi e dalla drastica diminuzione dei ricavi. Testimonianza di ciò è il crescente numero di farmacie che negli ultimi tempi si sono viste costrette a portare i libri in tribunale e dichiarare fallimento.

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017