Excite

Consigli per diventare segretario comunale

Un ruolo prestigioso ed ambito per i suoi requisiti di 'sicurezza'. Il segretario comunale fa parte oggi dell'elenco delle professioni più desiderate dai giovani perché permette di svolgere mansioni interessanti e varie ma - soprattutto - perché rientra nella categoria del cosiddetto 'posto fisso'. Se anche voi volete tentare questa strada, scoprite qui come fare.


Il segretario comunale: ruolo e mansioni
Il segretario comunale è un organo monocratico del Comune, nel senso che l'ufficio coincide con il ruolo stesso. Le sue mansioni consistono nel garantire una comunicazione e una collaborazione efficienti tra il Comune e i diversi organi che ne fanno parte e nel fornire assistenza giuridico-amministrativa al personale di questi ultimi in merito a una corretta applicazione di leggi, statuto e regolamenti. A livello funzionale, infine, il segretario comunale dipende dal sindaco.


Step uno: abilitazione e iscrizione all'albo
Per diventare segretario comunale vengono banditi periodicamente dei corsi-concorsi dal Ministero dell'Interno, che ha preso il posto dell'Agenzia Autonoma per la Gestione dell’Albo dei Segretari Comunali, soppressa il 31 maggio del 2010. Tuttavia, per partecipare a detti concorsi è necessario essere in possesso di un'abilitazione che viene rilasciata in seguito al superamento di un apposito corso. Tale abilitazione - che dà diritto a iscriversi all'Albo dei Segretari Comunali e Provinciali - è rilasciata esclusivamente dalla Scuola Superiore per la formazione e la Specializzazione dei dirigenti della Pubblica Amministrazione Locale (Sspal - sspal.it) previa la frequenza di uno speciale corso di formazione e il superamento di un esame finale. Una prova complessa che richiede una formazione accademica come quella che può essere conseguita con una laurea in Giurisprudenza, Economia e Commercio o Scienze Politiche e per affrontare la quale sono anche organizzati appositi corsi, come per esempio quello proposto dall'Istituto Superiore di Formazione e Ricerca (isfor2000.com).


Step due: il corso-concorso pubblico
Una volta in possesso dell'abilitazione, è possibile partecipare ai concorsi indetti periodicamente dal Ministero dell'Interno, verificabili sul sito stesso dell'Ente o su quello della Gazzetta Ufficiale. Tali bandi sono strutturati come corsi-concorsi, cioè prevedono il superamento di una prova teorica cui fa seguito la partecipazione a un corso della durata di 9 mesi e - quindi - un tirocinio di 3 mesi presso uno o più Comuni. Per la prova e per la pratica è attribuito un punteggio che, nel suo insieme, determina il superamento o meno del corso-concorso e la possibilità di essere iscritti in graduatoria in fascia A, B, C (collocazione questa che determina anche il tipo di inquadramento e l'entità della retribuzione). La nomina in ruolo è decisa, infine, dal sindaco stesso.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019