Excite

Contratti di lavoro, il job sharing

I contratti di lavoro ripartito, definiti anche contratti job sharing, sono formule contrattuale previste dalla Legge Biagi, che prevedono l’ assunzione di due lavoratori per lo svolgimento della medesima e unica obbligazione lavorativa. Si differenzia dal contratto part time dal momento in cui non esistono due diversi contratti di lavoro individuali, benì il rapporto azienda – lavoratori viene gestito tramite un unico contratto.

Ogni singolo lavoratore è responsabile dell’ intera prestazione e può gestire autonomamente e in accordo con l’altro il proprio orario di lavoro, assicurando la copertura corretta dei turni ed effettuando obbligatoriamente eventuali sostituzioni laddove vi fosse un impedimento del collaboratore. Il contratto di job sharing prevede per legge forma scritta e devono essere riportati obbligatoriamente i seguenti elementi perché possa essere ritenuto valido:
1. il luogo di lavoro e il trattamento economico e normativo riservato ad ogni singolo lavoratore assunto in job sharing;
2. La misura percentuale e gli orari di lavoro, con organizzazione giornaliera, settimanale, mensile o dell’ intero anno, di ogni singolo lavoratore, con la possibilità di sostituzioni e modifiche in accordo della distribuzione dell’ orario di lavoro;
3. Eventuali misure di sicurezza collegate alle mansioni da svolgere da contratto.

Il trattamento economico viene calcolato sulla base dei lavoratori di pari livello e gestito in proporzione all’ orario effettivamente svolto, mentre sotto il profilo previdenziale ai lavoratori assunti con contratto job sharing vengono riconosciuti contributi pari ai lavoratori a tempo parziale.

(foto © customersrock.wordpress.com)

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017