Excite

Contratti di lavoro: le nuove leggi 2015 per lavoratori ed imprenditori

Il Jobs Act messo in campo dal governo di Matteo Renzi apporterà alcune significative modifiche ai contratti di lavoro. Queste modifiche dovrebbero entrare in vigore durante il 2015. Le tipologie di contratti di lavoro che più risentiranno di questi cambiamenti sono i contratti a tempo indeterminato che potranno godere di un sistema a tutele crescenti. Molto interessante anche il sistema di sgravi fiscali per quegli imprenditori che vorranno regolarizzare le posizioni dei propri dipendenti fornendogli un contratto a tempo indeterminato.

    Getty Images

Contratti di lavoro a tempo indeterminato

Innanzitutto i contratti a tempo indeterminato diventano quelli più favorevoli per un imprenditore. La tutela dell'articolo 18, però, è di fatto abolita per i nuovi assunti che però potranno godere di un sistema di tutele crescenti. Il reintegro post licenziamento rimane solo per i casi evidentemente discriminatori. E' possibile, invece, per l'imprenditore licenziare un lavoratore per motivi economici e di sopravvivenza dell'azienda. In questo caso il lavoratore ha diritto ad un indennizzo economico che si può quantificare in due mensilità per ogni anno di lavoro passato alle dipendenze dell'azienda fino ad un massimo di ventiquattro mensilità.

Leggi le news sulle offerte di lavoro

Lo stesso tipo di retribuzione c'è anche per i licenziamenti dovuti a cause disciplinari. Anche in questo caso il reintegro è stato sostituito dall'indennizzo. Le riforme dovute allo Jobs Act, però, non si fermano al lato lavoratore, ma arrivano anche al lato imprenditore.

Esonero dai contributi

Gli imprenditori privati che porteranno un proprio dipendente da un contratto a tempo determinato ad un'assunzione a tempo indeterminato potranno usufruire di una serie di agevolazione in materiale fiscale e di contributi. Da questo esonero contributivo sono escluse alcune forme di lavoro. In particolare il lavoro domestico ed i contratti di apprendistato.

Scopri le novità sui contratti di lavoro

L'intento del governo è quello di stimolare le assunzioni a tempo indeterminato all'interno delle aziende private che in questo modo avranno una serie di agevolazioni fiscali e soprattutto non avranno troppi impedimenti se vorranno licenziare un dipendente.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017