Excite

Contratti di lavoro, novità per i giovani

Con lo slogan Dal lavoro al titolo di studio, la regione Lombardia punta sui ragazzi di 16 anni e lo fa attraverso un nuovo contratto di apprendistato, firmato il 29 settembre 2010 che aiuta i giovani a raggiungere un titolo di studio. L’iniziativa è stata pensata per i molti ragazzi che non portano a termine i loro studi e cominciano subito a lavorare, o hanno difficoltà di inserimento nel mondo del lavoro perché senza qualifica professionale.

Il contratto di apprendistato che conduce al titolo di studio, una qualifica professionale inerente al lavoro svolto durante l’apprendistato, è il primo ad essere stato firmato in Italia. Vede coinvolti la regione Lombardia, il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e il Ministero del Lavoro. La normativa va a completare quanto previsto dalla legge Biagi per sostenere i giovani lavoratori studenti.

Il contratto di apprendistato ha fatto salire a 400 euro i contributi mensili per il lavoro da apprendista, contro i 240 previsti finora dalla legge. Questo aspetto garantirebbe ai giovani la possibilità di conseguire il titolo di studio, frequentando scuole serali pubbliche o private per il recupero anni scolastici, dopo la giornata lavorativa.

Se da un lato c’è molto entusiasmo per il nuovo contratto di apprendistato, l’associazione degli studenti si mostra molto scettica in quando la spesa per l’istruzione in questo caso andrebbe a gravare comunque sulle tasche dei giovani, e delle loro famiglie. Tra polemiche e speranze, un messaggio arriva: il lavoro e l’istruzione vanno di pari passo.

(Foto © autoglas)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017