Excite

Contratti, le linee generali dell' apprendistato

I contratti di apprendistato sono rivolti a giovani tra i 15 e i 24 anni in tutti i settori dell' attività economica, che consentono all' azienda di ottenere una serie di agevolazioni contributive, mentre al lavoratore viene garantito un percorso di formazione da affiancare all' attività lavorativa costante durante tutto il periodo dell' assunzione, con il fine di acquisire nuove competenze e specializzazioni.

I contratti di apprendistato, quindi, regolamentano rapporti di lavoro a ' causa mista', che garantiscono al dipendente l' acquisizione di una qualifica e dove la retribuzione viene integrata da corsi di formazione professionalizzante, a tutti gli effetti di tipo subordinato. Inoltre in alcuni specifici settori. come accade per esempio per l'artigianato, per ruoli ad 'alto contenuto professionale', l' età massima può essere innalzata fino ai 29 anni, in riferimento al Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro. Una ulteriore eccezione per i contratti stipulati nel Mezzogiorno e aree a declino industriale ( rif. regolamento CEE n. 2081/93) dove l'età massima è di 26 anni, invece che 24.

Nei contratti di apprendistato è prevista una figura di riferimento per il lavoratore, il cosiddetto tutor aziendale, ovvero un lavoratore specializzato o qualificato che affianca l' apprendista 'con almeno 3 anni di esperienza e inquadrato ad un livello pari o superiore a quello che conseguirà l’apprendista' che ha come obiettivo la trasmissione delle competenze lavorative, la valutazione dell’attività del dipendente e si occupa della collaborazione con la struttura di formazione.

(foto © Gunnar Wrobel, flickr.com)

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017