Excite

Informazioni sul contratto nazionale del lavoro per gli infermieri

Il contratto nazionale di lavoro è la forma più alta che regola diritti e doveri di una particolare classe di lavoro. Anche il settore sanitario ha il suo specifico contratto e nella fattispecie esiste quello dedicato al settore della professione dell'infermiere.

Sono esclusi da questo contratto nazionale del lavoro per gli infermieri il personale che non regolato da un contratto a tempo determinato o indeterminato. Qualsiasi altra tipologia di collaborazione è, infatti, esclusa dalla contrattazione nazionale.

Il trattamento economico

Partendo dalla prima categoria d'assunzione, che per gli infermieri è la D, nella prima parte del contratto viene definito il trattamento economico riservato agli infermieri. Per ogni categoria, dunque, viene stabilito il compenso. Anzianità di servizio o concorsi interni possono dare luogo ad avanzamenti di carriera e, dunque, ad un aumento di stipendio. Questi aumenti non sono per forza corrispondenti ad un cambio di categoria perché nel settore infermieristico esistono delle progressioni orizzontali per ogni categoria. In questa sezione del contratto vengono anche stabiliti quali ulteriori compensi gli infermieri possono percepire in caso di straordinari o lavori in situazioni di pericolo. Questa parte del contratto viene rivista ogni 2 anni assieme ai sindacati.

Diritti e doveri degli infermieri

Questi aspetti dall'attività lavorativa degli infermieri viene trattata all'interno della parte normativa del contratto riduscussa ogni quattro anni. Orari di lavoro, compreso quello degli straordinari, aspetto disciplinare della professione, modalità di gestione del personale e quant'altro possa mantenere eticamente accettabile il mestiere dell'infermiere viene stabilito da precise norme inserite all'interno del contratto nazionale.

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017