Excite

Cosa dire ad un colloquio di lavoro

Affrontare un colloquio di lavoro significa mettere in gioco se stessi e una nuova opportunità professionale. E' molto importante, perciò, arrivare preparati, dare l'impressione di essere sicuri, ma senza sembrare presuntuosi, e soprattutto, occorre convincere l'esaminatore che voi siete la persona che cercava.


Le domande dei selezionatori

Durante un colloquio di lavoro, è possibile che vengano poste domande in apparenza semplici, ma che possono mettere in difficoltà il selezionato.

1. mi parli di lei


Come si deve rispondere

La gran parte dei colloqui, inzia con questa domanda dall'aria innocente. In questi casi, il reseconto della propria vita, è assolutamente bandito. Piuttosto, è utile dire cosa state facendo attualmente e perché siete qualificati per il ruolo ricercato. Lo scopo è fare in modo che le necessità del selezionatore corrispondano con la vostra figura.

2. mi dica un suo pregio e un suo difetto


Come si deve rispondere

Spesso, questo tipo di domande non serve tanto a sapere quali sono le qualità e difetti caratteriali, quanto a misurare la prontezza e la sicurezza individuale. Va da sé che è opportuno evitare di ribadire difetti troppo penalizzanti, piuttosto, è utile fare leva su quegli aspetti del carattere che possono essere un difetto, ma allo stesso tempo anche un pregio. Ad esempio, dire di essere pignoli è un contro, che può essere un pro, poiché è sintomo di impegno e precisione. E' consigliabile, perciò, utilizzare aggettivi il più possibile interpretabili.

Per quanto riguarda i pregi, bisogna assolutamente evitare di essere eccessivamente lunghieri con se stessi o troppo arroganti, a rischio di apparire boriosi agli occhi del selezionatore. Quello che conta, infatti, oltre le parole, è il comportamento. Se si afferma di essere gentili e accomodanti, ad esempio, e poi si ha un atteggiamento aggressivo e intollerante, si darà l'impressione di essere bugiardi.

3. come si vede tra 5, 10 anni?


Come si deve rispondere

In questi casi, bisogna evitare di sembrare eccessivamente pianificatori (tra 6 mesi voglio aumento tra 2 anni voglio essere quadro, poi in 7 dirigente..), che vi farà sembrare presuntuosi, ma anche l'estremo opposto. Ad esempio, può essere utile dire che se vi impegnerete, le possibilità lavorative arriveranno di conseguenza.

4. perché dovremmo scegliere lei?


Come si deve rispondere

Questa domanda è molto importante e segna lo spartiacque tra chi ce la farà e chi no, quindi va preparata bene. La risposta tipo potrebbe essere: da come ho capito, state cercando una persona che faccia X e abbia esperienza in Y. Questo è esattamente ciò che so fare.


E i silenzi?...

I silenzi possono essere fatali, perché la gran parte delle persone corre a riempirli, ripetendosi. Nulla di più sbagliato. Non bisogna, infatti, lasciarsi intimidire dai 'buchi'. Piuttosto, fate silenzio per qualche istante e poi chiedete al selezionatore se c'è altro che voglia sapere.


lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017