Excite

Croupier: un lavoro che non conosce crisi

  • italiapokerclub.com

Esistono alcune professioni poco note che - diversamente dalle altre cosiddette 'istituzionali' - non conoscono crisi neppure nei momenti più difficili per il mercato del lavoro. Tra queste, certamente, una è quella del croupier, lo specialista dei casinò e dei tavoli da gioco. Se il suo ruolo vi affascina e vorreste intraprendere anche voi questo mestiere, scoprite qui come fare.


Il croupier: chi è e che cosa fa
Il croupier è un professionista che opera all'interno dei casinò lavorando principalmente ai tavoli da gioco, dove si occupa di accettare e pagare le scommesse, condurre i diversi tipi di gioco e controllare che tutte le attività che si svolgono nell'area siano compiute nel rispetto delle regole. Il croupier - termine che deriva dal francese 'chevalier accroupi', nome con cui in passato si indicava il cavaliere accovacciato che serviva i partecipanti a un gioco di società - è il ruolo più completo tra quelli all'interno del casinò, dove è responsabile dei giochi tradizionali come il Chemin de Fer, la Roulette Francese e il 30/40. Il dealer invece è colui che segue i giochi cosiddetti 'americani' (blackjack, craps, roulette americana...) mentre i PokerBoys sono 'debuttanti' che imparano il mestiere lavorando ai tavoli del poker Hold'em.


Requisiti per diventare croupier
Tra i requisiti personali, per diventare croupier è necessario essere flessibili, avere una buona predisposizione ai rapporti interpersonali e possedere una certa attitudine al calcolo. Da un punto di vista professionale, invece, sono richiesti:

  • età compresa tra 18 e 40 anni;
  • assenza di precedenti penali;
  • conoscenza di almeno una lingua straniera (preferibilmente inglese);
  • buona cultura generale.
La fedina penale pulita è strettamente necessaria in considerazione del tipo di attività che si è chiamati a svolgere, mentre avere dimestichezza con una lingua straniera serve perché - intanto - gran parte dei corsi di formazione sono effettuati da docenti madrelingua e poi perché non solo l'utenza dei casinò è molto variegata, ma anche il lavoro spesso può essere svolto all'estero o in ambienti multiculturali (per esempio una nave da crociera).


Le scuole per imparare il mestiere
In Italia sono fondamentalmente due le scuole dove si può imparare il lavoro di croupier: il Centro Formazione Croupier e il Croupier Courses International. La prima ha cinque sedi sul territorio (Milano, Torino, Roma, Abano Terme e Cagliari), mentre la seconda è a Palermo. Entrambe propongono corsi della durata di 3/4 mesi - tenuti da professionisti del settore - incentrati su teoria e pratica della tecnica di gioco e della gestione dei tavoli e lezioni di lingua inglese, francese e spagnolo specifiche sulla terminologia tecnica. I costi di partecipazione variano da 1.000 a 2.000 euro circa e sono organizzati secondo moduli settimanali o 'splamati' nei fine settimana. Per maggiori informazioni in merito si rimanda ai siti dell scuole croupiers.com escuolacroupier.it.


Sbocchi professionali
Solitamente sono le singole scuole a proporre i propri allievi presso case da gioco e casinò nazionali e internazionali oppure ai club privati e alle diverse compagnie di navi da crociera. In questo settore, infatti, la domanda di personale eccede l'offerta, per cui un professionista preparato ha ottime probabilità di trovare lavoro. E anche le prospettive di guadagno sono interessanti: allo stipendio canonico, infatti, vanno aggiunte le mance lasciate dai giocatori vincenti che vogliono 'premiare' il croupier per avere portato loro fortuna...

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019