Excite

Dai medici ai brokers, ecco i lavori più pagati

  • Foto:
  • ©ER Medici in Prima Linea - Una poltrona per due

Il lavoro nobilita l'uomo, si dice. Ma se lo rende anche ricco è meglio. Eppure trovare un impiego ben retribuito al giorno d'oggi sembra un'impresa: le aziende piangono miseria per via della crisi e gli stipendi restano al palo. Ma è così proprio per tutte le professioni? Ebbene no: c'è una minoranza di settori e ruoli dove 'fare i soldi' è possibile, anche se a volte a costo di sacrifici non indifferenti. Chi sono dunque i privilegiati?


Medici e specialisti del settore medico
Quella del medico si conferma ancora una volta come una delle professioni più redditizie in Italia e nel mondo. I medici di base - cosiddetti di famiglia - guidano a sorpresa la classifica, tallonati dagli ospedalieri, dai chirurghi e dai dentisti. In generale però tutte le professioni legate al settore hanno una buona media di stipendi. Il range di guadagno stimato è infatti compreso in una forbice variabile da 100 a 200 mila euro l'anno. Certo, la strada da percorrere tra studi, specializzazioni e praticantato è molto lunga, ma se si ha la vocazione - e magari qualche precedente in famiglia - può essere un buon investimento.


Farmacisti
La professione del farmacista ha fatto capolino un po' a sorpresa nella classifica di quelle meglio pagate, ma occorre subito fare un distinguo: in questo caso si parla di chi è titolare di una farmacia, non di chi ci lavora come dipendente. Chi possiede una realtà di questo tipo può realizzare guadagni che oscillano da migliaia di euro in un piccolo paese a milioni in una metropoli. Ovviamente ci sono le spese di gestione, mantenimento, riassortimento, gli stipendi da corrispondere e le tasse da pagare, ma resta il fatto che chi per dote familiare o bravura possiede una farmacia si trova in una posizione privilegiata.


Notai
Una figura professionale misteriosa e poco nota, quello del notaio, ma di sicuro ben remunerata. Le voci che circolano sui guadagni di chi fa parte di questa categoria parlano di cifre inverosimili per un comune lavoratore - più di un milione l'anno nelle principali città italiane - ma come sempre in questi casi il riserbo in merito è totale. Resta comunque il fatto che diventare notaio è in assoluto uno degli obiettivi più difficili da raggiungere, sia per la complessità del corso di studi che per l'esame di ammissione all'esercizio della professione che pregiudica l'iscrizione all'Albo.


Broker
Che i soldi generano soldi non è solo un modo di dire e lo sanno bene i brokers, i cosiddetti intermediari finanziari che si muovono nel mare magno della finanza sempre in cerca dei prodotti con il miglior rapporto qualità-prezzo da proporre ai propri clienti. Un professionista affermato riesce a portare a casa - mensilmente - una media di 10 mila euro, senza contare i bonus e premi di fine anno dell'ordine di centinaia di migliaia di euro. Un lavoro che richiede però - insieme a una specializzazione o una laurea - molto sangue freddo, una conoscenza approfondita dei mercati e una certa attitudine al rischio che non tutti possiedono.


Amministratore Delegato o CEO
L'Amministratore Delegato - l'americano CEO - è il 'capo' di un'azienda, colui che ne stabilisce la strategia, gli investimenti, le acquisizioni e le cessioni. Un ruolo che in Italia porta mediamente a guadgnare 150 mila euro l'anno, ma che con il crescere di capitale e di internazionalità del posto in cui si lavora aumenta esponenzialmente. Per arrivare a ricoprire questo ruolo è quasi sempre necessario avere una laurea - preferibilmente in ingegneria o in materie economiche e giuridiche - e un Master, parlare più lingue, essere diplomatici e resilienti. Caratteristiche non da poco, insomma, soprattutto se si pensa che il mitico Steve Jobs - il patron di Apple - è 'solo' diplomato.

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017