Excite

Pensionamento anticipato dei lavoratori con mansioni usuranti

Il Consiglio dei Ministri ha approvato un decreto legge che regola l'accesso al pensionamento anticipato per i lavoratori con mansioni usuranti. I sindacati, però, rimangono critici per quanto riguarda i lavori inclusi nella lista del governo.

Il decreto legge, rende noto il comunicato di Palazzo Chigi, individua come mansioni usuranti, fra le altre, i lavori nelle gallerie, cave e miniere; quelli in in spazi sottomarini e in cassoni ad aria compressa; i lavori eseguiti ad alte temperature o in spazi ristretti; e anche alcuni lavori notturni, come ad esempio la conduzione di determinati veicoli del trasporto pubblico.

Approva il provvedimento la Uil, auspicando però un allargamento della platea dei potenziali beneficiari nel corso dell'iter parlamentare. Secondo il sindacato andrebbero infatti inclusi nella lista dei lavori usuranti anche gli infermieri che lavorano di notte e i lavoratori dell'edilizia con mansioni particolarmente faticose.

Ancora più critica nei confronti del provvedimento la Cgil. I dipendenti pubblici iscritti al sindacato di Corso Italia lamentano infatti, oltre all'esclusione degli infermieri, anche quella di medici, vigili del fuoco, polizia penitenziaria e lavoratori dell'igiene ambientale con turni notturni. Nel dettaglio, la Cgil ritiene troppo elevata la soglia di 78 notti annue necessarie per poter accedere al pensionamento anticipato. La Cgil, inoltre, chiede al governo risorse adeguate per tutti i lavoratori con mansioni usuranti, ritenendo 'iniqua la possibilità della graduatoria in caso di scostamento tra la spesa e la copertura finanziaria.'

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017