Excite

Cosa sapere sul decreto milleproroghe 2012

Appuntamento fisso della politica italiana, il decreto milleproroghe per il 2012 è stato approvato il 23 febbraio dall'Aula della Camera con 336 sì, 61 no e 13 astenuti. Un lungo elenco di 'proroga dei termini' che tocca una varietà di argomenti assolutamente eterogenei tra loro, comprendenti anche temi 'caldi' come il problema degli esodati e le assunzioni nella scuola e nella pubblica amministrazione. Ecco le principali novità introdotte da questa legge.

    wikipedia.org

Milleproroghe 2012: le cose da sapere

Troppi gli emendamenti inseriti nel decreto milleproroghe 2012, al punto da spingere il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano a inviare una nota ai presidenti delle Camere e al Premier per invitarli ad "attenersi" a criteri di "stretta attinenza e relative finalità" nel redigere la legge. Un richiamo caduto parzialmente nel vuoto, dal momento che, alla fine, il Decreto Legge 216/2011 si compone di 30 articoli che comprendono oltre 80 argomenti.

In vigore dal 28 febbraio 2012, il milleproroghe riguarda dunque diversi temi, tra i quali i più importanti sono:

esodati - il termine per lasciare l'azienda e rientrare nella normativa sulle pensioni antecedente la riforma Fornero passa dal 4 al 31 dicembre 2012;

lavoro e ammortizzatori sociali - i termini per cassa in deroga e prestazioni di lavoro accessorie sono differiti al 31 dicembre 2012;

pubblica amministrazione - gli enti hanno tempo fino al 31 dicembre 2012 per assumere personale a tempo indeterminato;

scuola - i docenti abilitati dal 2008 al 2011 possono essere inseriti in fascia aggiuntiva nelle graduatorie a esaurimento fino all'anno scolastico 2012/13;

cervelli in fuga - gli sconti fiscali per incentivare il rientro in Italia di cittadini della UE che che studiano o lavorano all’estero sono prorogati fino al 2015;

sfratti - l'esecuzione è bloccata fino al 31 dicembre 2012 se interessa persone appartenenti a categorie disagiate;

fisco - pendenze e dispute con l'Agenzia delle Entrate possono essere risolte fino al 31 dicembre 2012. Allo stesso termine è anche differito il saldo degli adempimenti tributari e contributivi per gli abitanti delle zone della Liguria e della Toscana colpite dall'alluvione;

canone RAI - il governo è chiamato a stilare un elenco degli apparecchi passibili di tassazione entro 180 giorni dall'entrata in vigore del decreto;

demanio - tutte le concessioni sul demanio marittimo, lacuale e portuale in essere al 31 gennaio 2011 sono prorogate al 31 dicembre 2012;

infrastrutture - l'individuazione degli aeroporti di rilevanza nazionale e il subentro ad Anas per le concessioni da parte dell'Agenzia per le infrastrutture stradali è differito al 31 dicembre 2012.

Manifesti politici abusivi e Radio Radicale

Nel decreto milleproroghe 2012 rientrano anche due temi particolarmente dibattuti dall'opinione pubblica: la sanatoria sui manifesti politici abusivi e i finanziamenti a Radio Radicale. Nel primo caso è arrivato lo stop da parte del governo a un emendamento che cercava di metterla in atto, mentre nel secondo è stato approvato un finanziamento di 7 milioni di euro per prorogare la convenzione con Radio Radicale per tutto il 2012.

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017