Excite

90 60 90, i numeri delle donne sono altri

La CGIL Lombardia scende in campo per valorizzare il ruolo femminile nel mondo del lavoro, e lo fa con una campagna dallo slogan volutamente provocatorio: '90 60 90 il valore di una donna si misura su altri numeri'. 90, 60, 90, infatti, sono da sempre considerate le misure ideali di bellezza per il corpo femminile, ma che chiaramente non rappresentano il valore di una donna.

L'Italia, infatti, quanto ad occupazione femminile, si è classificata agli ultimi posti tra i Paesi Eurpoei, tanto è vero che oltre il 50% delle donne non lavora, o ha rinunciato a cercare un impiego, il 27% è costretta ad abbandonare il lavoro dopo la nascita del primo figlio e il 15% non ritorna al lavoro dopo la seconda gravidanza. Questo squilibrio, chiaramente, è il risultato della difficoltà a conciliare la vita familiare con quella professionale. Nel resto dell'Europa, invece, il doppio ruolo di madre e di lavoratrice è possibile grazie ad una serie di servizi a sostegno delle donne e della famiglia.

La CGIL Lombardia, inoltre, ha creato appositamente un sito in occasione di questa campagna, accompagnato da un video di denuncia, che vede protagonista una giovane donna, sposata e con un bambino a carico, alle prese con la ricerca di un impiego. La donna sostiene diversi colloqui di lavoro, e solo alla fine si rende conto che per per lavorare o aspirare ad un posto di lavorocon possibilità di crescita professionale, deve necessariamente nascondere la sua vita privata. Come chiarische Elena Lattuada della Segreteria della Cgil lombarda, la storia che raccontiamo è interpretata da attori, ma è basata su una serie di testimonianze vere, emblematiche delle difficoltà delle donne italiane. La campagna ha preso le mosse da Milano, ma i manifestanti raggiungeranno anche gli altri capoluoghi lombardi a partire dall'8 marzo.

(foto © Freedigitalphotos.com)

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017