Excite

Ferie da regalare ai colleghi in difficoltà, l'esempio della Francia: sì alla nuova legge

Sono gli esempi di solidarietà attiva, sul lavoro ed in qualsiasi altro contesto, uno dei migliori antidoti alla crisi economica degli ultimi tempi. Quando non inquinati da secondi fini o dalla fastidiosa retorica politica, i gesti d’altruismo meritano a pieni voti la “promozione” in copertina su siti web, giornali e tv, fin troppo carichi di brutte notizie per tutti i mesi dell’anno.

L’iniziativa dei dipendenti di una società privata della Loira, nella Francia dello stato sociale ancora forte nonostante recessione e austerità, dovrebbe fare da esempio al resto del mondo, partendo dall’Eurozona, dove raramente il legislatore recepisce le istanze più avanzate provenienti dal basso, privilegiando rigore e logica dei numeri rispetto ad esigenze più particolari ma non meno nobili dei comuni cittadini “in carne ed ossa”.

Con una coraggiosa campagna di sensibilizzazione ed un pressing sulle istituzioni, i lavoratori dell’azienda francese sono riusciti a far assumere dignità di legge alla loro proposta: la devoluzione delle ferie a favore di un collega in difficoltà, d’ora in poi, sarà possibile, sebbene a determinate condizioni stabilite dal governo di Parigi e dall’Assemblea Nazionale.

Andando incontro ad un padre di famiglia, costretto a dover scegliere tra il lavoro e l’assistenza al figlio malato in stato terminale con un cancro al fegato, diversi impiegati si erano attivati per promuovere una colletta dei permessi pagati (raccogliendone 170 in totale), esauriti dallo sfortunato Christophe Germain per via dell’aggravamento delle condizioni del piccolo Mathys, ma la legge fino a pochi mesi fa non consentiva la donazione dei giorni a terze persone.

Grazie all’inserimento, purtroppo a quasi 4 anni di distanza dalla morte del povero bambino, nel codice del lavoro francese di un nuovo articolo, la proposta di modifica legislativa è andata a segno, col beneplacito in via definitiva del Senato che ha ufficialmente dato vita alla loi Mathys.

In presenza di una malattia accertata, di un handicap o di un grave incidente a danno di un figlio con meno di 20 anni, che richiedano cure costanti, d’ora in poi si potrà usufruire della devoluzione di ferie e permessi retribuiti da parte di altri lavoratori, dietro consenso espresso del datore di lavoro.

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017