Excite

Fiat chiude Termini Imerse, l'accordo c'è. I sindacati ringraziano Passera

  • LaPresse

Fondamentale, per raggiungere un'intesa tra Fiat e sindacati, è stata la mediazione del nuovo ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera. L'accordo a Termini Imerese c'è.

"Un'intesa apprezzabile e positiva – ha dichiarato il segretario confederale della Cgil, Vincenzo Scudiere - perché risolve il problema degli incentivi accompagnando alla pensione oltre 600 persone". Per Scudiere è stato "positivo il lavoro svolto dal ministro Passera e dallo stesso ministero per costruire una soluzione basata sul rispetto degli interessi in campo".

Dopo due anni di contenzioso e 41 anni di produzione, lo stabilimento Fiat di Termini Imerese ha chiuso il 23 novembre. 640 lavoratori del sito siciliano saranno messi in pensione, il Lingotto infatti è pronto a sborsare 21 milioni di euro ed ora tutti i riflettori sono puntati sulla Dr Motor, gruppo industriale molisano, che subentrerà al posto di Fiat nello stabilimento.

L'accordo prevede che l'impianto di Termini Imerese produrrà 4 modelli di auto: una citycar, la Dr1, una compatta (Dr2), una vettura del segmento C (quello della Volkswagen Golf) derivata dalla Chery A3, il Suv Dr5 in versione rinnovata, per un totale di 60 mila vetture l'anno.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019