Excite

Fiat rompe gli accordi con i sindacati: Cgil in rivolta

  • LaPresse

La notizia è di ieri: Fiat, rappresentata dal suo amministratore delegato Sergio Marchionne, ha annunciato la disdetta degli accordi sindacali e dei contratti dal primo gennaio 2012, in contemporanea con l'uscita da Confindustria.

"Serve un riassetto ed una armonizzazione delle discipline contrattuali collettive aziendali e territoriali che si sono succedute nel tempo sin dagli anni '70 per renderle coerenti e compatibili con condizioni di competitività e di efficienza". E' quanto spiega la lettera inviata da Marchionne ai sindacati dei lavoratori. Fiat fa anche sapere che "saranno promossi incontri per valutare le conseguenze del recesso ed eventualmente predisporre nuove intese con l'obiettivo di assicurare trattamenti individuali complessivamente analoghi o migliorativi rispetto ai precedenti".

Una Fiat modello Pomigliamo. L'obiettivo dichiarato infatti è quello di estendere a tutto il Paese l'accordo di Pomigliano, facendolo diventare la matrice per i rapporti del gruppo. Dal primo gennaio 2012, i 72.000 lavoratori avranno un contratto uguale a quello siglato il 29 dicembre 2010 dall'azienda campana, firmato da Fiat, Fim, Uilm, Fismic, Ugl, Associazione Quadri e Capi Fiat, ma non da Fiom e Cgil.

"Andremo avanti con le azioni legali e le denunce", avverte il segretario generale della Fiom, Maurizio Landini che chiede al governo Monti "di cancellare l'articolo 8". "La disdetta da parte di Fiat di tutti gli accordi sindacali e' una scelta destabilizzante; – ha incalzato Vincenzo Scudiere, segretario confederale CGIL - i lavoratori devono continuare ad essere liberi di scegliere e farsi rappresentare dal sindacato che vogliono".

Gli operai Fiat invece sono tra il rassegnato e l'arrabbiato: "Una decisione prevedibile - dice un operaio della casa automobilistica - Abbiamo avuto un governo incapace e menefreghista; dei sindacati che sono diventati dei maggiordomi; l'opposizione, dall'ex sindaco di Torino a quello attuale (Piero Fassino), ha steso il tappetino".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019