Excite

Fiom, cos'è?

Tutti ne parlano, ma quanti saprebbero rispondere senza esitazioni alla domanda 'Fiom, cos'è?'. Questa sigla sindacale è infatti salita alla ribalta dele cronache quando, nel dicembre del 2010, ha opposto il 'gran rifiuto' all'accordo proposto da Fiat per Mirafiori, venendo di fatto estromessa dagli stabilimenti dell'azienda torinese. Pochi tuttavia, ne conoscono l'esegesi, la storia e le funzioni e allora ecco una breve guida per saperne di più.

    fiom.cgil.it

La storia di Fiom

Fiom, cos'è? Per rispondere alla domanda è necessario fare un salto indietro nel tempo, per l'esattezza al 16 giugno 1901, quando a Livorno nasce la Federazione Italiana Operai Metallurgici. Questa organizzazione sindacale raduna sotto il proprio cappello e tutela una precisa categoria di dipendenti, ma ben presto si impone in un ruolo di particolare importanza nella lotta per l'affermazione dei diritti di tutti i lavoratori italiani.

Nel 1919, infatti, la Fiom sigla il suo primo accordo nazionale con la rappresentanza degli industriali del settore, ottenendo la riduzione dell'orario di lavoro a 48 ore settimanali (8 ore per 6 giorni a settimana), nel 1948 sottoscrive il primo contratto nazionale del dopoguerra e nel 1970 stipula l'accordo storico che porta la settimana lavorativa a 40 ore (prima erano 44), legittimando altresì la presenza del sindacato nelle fabbriche.

Un risultato di grande importanza politica e sociale, conseguito dopo il cosiddetto autunno caldo, che ha visto gli operai e gli studenti scendere in piazza - ancora sull'onda del '68 - per il rinnovo dei contratti (tra cui quello dei metalmeccanici) e che ha portato alla successiva ratifica dello Statuto dei Lavoratori, con la Fiom protagonista in prima fila.

Guidato da personalità di spicco del panorama italiano, il sindacato nel 2006 ottiene un nuovo successo, spuntando il rinnovo del contratto collettivo nazionale della propria categoria, già scaduto da un anno, e alla fine del 2010 - voce isolata nel coro - si oppone alla firma del nuovo accordo 'modello Pomigliano' di Fiat, venendo escluso da tutti gli stabilimenti italiani riconducibili al gruppo e ingaggiando con l'azienda torinese una lotta per i diritti dei lavoratori destinata a durare nel tempo.

    fiom.cgil.it

Organizzazione e funzioni di Fiom

Fiom, cos'è? Come funziona? Alla prima domanda, la risposta è che Fiom è la Federazione Impiegati Operai Metallurgici, denominazione che ha assunto definitivamente nel 1946, nel corso del IX Congresso della nuova Cgil unitaria, tenutosi a Torino e presieduto da Giovanni Roveda.

Per quanto riguarda il secondo punto, Fiom è costituita da una struttura base a livello di fabbrica - l'assemblea degli iscritti - che a livello locale converge nel sindacato territoriale. L'insieme dei vari sindacati territoriali è organizzato nelle Fiom Regionali che, nel loro complesso, dipendono dal Congresso Nazionale, presieduto dal Comitato Centrale. Ogni 4 anni, inoltre, è eletta un'Assemblea Nazionale, espressione dei sindacati territoriali.

Ulteriori informazioni sulle Aziende, i Gruppi e i Settori in cui opera Fiom, nonché sulla struttura e il funzionamento della stessa, sono reperibili sul sito fiom.cgil.it.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017