Excite

Fornero e la paccata di soldi: sfida ai sindacati

  • Infophoto

Una "paccata" di soldi in arrivo, lo ha promesso ieri durante un incontro tra Governo e Sindacati, il ministro del Lavoro Elsa Fornero che ha tentato, anche usando termini non del tutto appropriati ad una professoressa "tecnica" come lei, di convincere i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil a dare una risposta positiva sulla riforma del Lavoro.

La Fornero è chiara: no dei sindacati alla riforma? Allora, il Govenro non metterà a disposizione la "paccata" famosa destinata ad ammortizzatori sociali e contratti. E' quasi certo che tutti questi miliardi possiamo scordarli: i movimenti dei lavoratori non accetteranno questo tipo di pressioni, anche se la risposta definitiva dovrebbe arrivare entro il 23 marzo.

Il leader della Cisl, Raffaele Bonanni, non si è fatto intimidire e afferma "si tratta di vecchi, vecchissimi atteggiamenti di pressione per ottenere quello che si vuole. Se il governo non fa un passo indietro si prende la responsabilità di una rottura sociale nel Paese". Il segretario generale dell'Ugl, Giovanni Centrella, osserva: "Il nuovo sistema non assicura né lo sviluppo né la protezione per tutti i lavoratori. Forse non si sta capendo che si sta giocando con la vita delle persone e delle famiglie che dipendono da un reddito da lavoro". C'è poi da sciogliere il nodo dell'articolo 18 di cui si discuterà oggi in un nuovo incontro.

Il ministro del Welfare è comunque fiduciosa. Dalla Farnesina, dove è andata nel pomeriggio per partecipare a un convegno con gli studenti sul tema dei diritti umani, la Fornero ha ribadito l'impegno a trovare "un accordo piu' avanzato". L'accordo per il ministro si farà: "Confido che ci sia e lavoro per questo. L'entità del cambiamento è tanta e posso capire che l'interpretazione di primo acchitto sia uno choc, ma ritengo che la riforma sia buona e mi risulterebbe molto difficile capire se i sindacati non si dichiarassero d'accordo con una riforma che lavora per l'inclusione e l'universalità degli ammortizzatori sociali".

lavoro.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017