Excite

Quali sono i 10 lavori più pagati?

Ecco la top ten dei lavori più pagati in Italia: meccanici, falegnami, idraulici, saldatori, pasticceri e la lista non finisce qui. Le aziende italiane, infatti, fanno molta fatica a reperiretecnici e operai specializzati. L'ultima ricerca Excelsior, condotta da Unioncamere e Ministero del Lavoro, che hanno intervistato ben 100 mila imprese, ha rivelato una situazione di profondo squilibrio, frutto di una divergenza paradossale tra un sistema formativo del tutto sbilanciato sulle materie umanistiche, a fronte di un mercato che tende a privilegiare maggiormente i profili scientifici e tecnici.

Molti mestieri manuli, infatti, sono persino snobbati da molti giovani laureati e disoccupati, che forse cambierebbero opiniore al riguardo se sapessero che, proprio quei lavori, non solo assicurano un posto fisso, ma sono anche ben pagati, alla faccia delle lauree umanistiche diventate oramai cartastraccia. Ecco, allora, la lista dei 10 lavori più pagati in Italia: al primo posto spiccano i mestieri delle officine meccaniche, ricercati soprattutto dalle piccole imprese. Un operaio specializzato di questo tipo, infatti, dopo circa cinque scatti di anzianità, può arrivare a prendere in media quasi 1.900 euro lordi al mese. Al secondo posto ci sono gli idraulici e posatori di tubazioni idrauliche e di gas. Un idraulico specializzato percepisce uno stipendio di 1.600 euro lordi al mese, senza contare che molti successivamente preferiscono mettersi in proprio.

Al terzo posto ci sono i montatori di apparecchi termici, che percepiscono uno stipendi di 1.625 euro lordi al mese, una volta raggiunti tre scatti di anzianità. Anche gli istallatori di infissi non se la passano male, che dpo alcuni anni di esperienza possono arrivare complessivamente a 1.500 euro lordi mensili. Al quinto posto ci sono i saldatori. Un saldatore specializzato, che conosca anche una lingua straniera che gli permetta di lavorare nei cantieri sparsi per il mondo, può guadagnare anche 2.000 euro al mese. Al quarto posto spiccano i pasticceri, che nel giro di dieci anni, possono arrivare a percepire 1.700 euro lordi mensili. Anche i panettieri, dopo circa dieci anni di attività, possono guadagnare 1700 euro al mese.

All'ottavo posto ci sono i pastai. Gli operai specializzati nella produzione di pasta a livello artigianale sono equiparati ai panettieri e possono arrivare a percepire anche 1.700 euro lordi al mese. A seguire, ci sono i falegnami, quelli specializzati, infatti, con diversi anni di esperienza alle spalle possono arrivare a percepire circa 1.700 euro lordi al mese. Infine, al decimo posto ci sono i sarti, che a un punto avanzato della carriera, possono raggiungere i 1.500 euro lordi mensili.

(foto © Freedigitalphotos.net)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017